CALCIO FEMMINILE – Il c.t. Bertolini e Sara Gama “lanciano” la sfida alla Spagna

Domani al "Patini" la sfida amichevole tra l'Italia e la Spagna

0

Domani alle ore 17,00 allo stadio “Patini” di Castel di Sangro, ci sarà la gara amichevole tra l’Italia e la Spagna, ultimo test amichevole per le azzurre in vista dell’Europeo. La nazionale italiana esordirà poi il 10 Luglio contro la Francia. Questo pomeriggio lavoro differenziato per il difensore Sara Gama che insieme al c.t. Milena Bertolini hanno parlato in conferenza stampa.

 

Milena Bertolini (c.t. Italia): “Domani affronteremo una nazionale di primissima fascia, sono contenta di disputare questa partita perché solo giocando con le più forti si può crescere e migliorare, le ragazze stanno bene e hanno una gran voglia di giocare, ci stiamo preparando da diverso tempo ed è chiaro che non siamo ancora al top della condizione. Lo saremo sicuramente il 10 luglio per l’esordio con la Francia. In queste settimane, abbiamo disputato diverse partite contro selezioni giovanili maschili, ritengo che fosse il modo migliore per abituarci alla fisicità che troveremo nel nostro percorso europeo. Sono sicura che domani faremo bene, ma a prescindere dal risultato bisognerà capire quali aspetti possiamo ancora migliorare. Dovremo lavorare di squadra, puntare sul gioco e sulla voglia delle ragazze: in questi giorni per convincerle a uscire dal campo ho dovuto spesso nascondere i palloni, altrimenti non c’era modo di finire l’allenamento”.

Sara Gama (dif. Italia): “Siamo contente di quanto abbiamo fatto finora, abbiamo lavorato tanto e ora è arrivato il momento di rifinire. Domani sarà un ottimo test, siamo molto concentrare perché sappiamo di dover curare gli ultimi dettagli prima dell’esordio con la Francia. Viviamo il presente con entusiasmo e abbiamo voglia di metterci in gioco. Sarà una giornata di festa per noi calciatrici – ha concluso il difensore – finalmente dopo tanti sacrifici avremo le tutele che ci spettavano, questa riforma rappresenta una fondamentale chance che diamo al nostro sistema calcio per credere e investire nel movimento. Anche per la FIGC sarà una data speciale, dobbiamo essere orgogliosi di essere stati la prima Federazione a completare questo storico passaggio”.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.