Sassuolo-Napoli, rigore andava ripetuto, Caputo entra prima in area

0

Video Assistant Referee, o come lo conosciamo tutti come VAR, questa volta in Sassuolo-Napoli funzionava a singhiozzo. Al VAR c’era Mazzoleni, ed il suo assistente era Paganessi.

Così come il VAR è intervenuto sul fuorigioco millimetrico (figura 1) di Insigne del vantaggio azzurro, poi annullato. Che ha suscitato polemiche in quanto le linee sembrano non essere perfettamente dritte.
Richiamiamo all’attenzione anche un altro episodio VAR che in molte partite viene messo molto da parte. L’episodio è il rigore di Berardi al 45′ del primo tempo, come vediamo (figura 2), Caputo, attaccante del Sassuolo entra in area ancor prima del tiro, dove poi ovviamente viene seguito da Di Lorenzo e Manolas.

Doveva intervenire il VAR e far ripetere il calcio di rigore, infatti la regola 14 del calcio sotto il capitolo Infrazioni e sanzioni, dice così:

“se a infrangere le Regole del Gioco è il calciatore che esegue il calcio di rigore o un suo compagno e il pallone entra in porta il calcio di rigore dovrà essere ripetuto…”

Il calcio di rigore andava ripetuto in quanto Caputo del Sassuolo, superando la linea di mezzaluna (figura 2 e figura 3) dell’area di rigore, infrange la procedura della regola che dice ciò:

“Tutti i calciatori devono posizionarsi a 9,15 metri dal pallone (a questo scopo il regolamento prevede che sia tracciato l’arco di circonferenza di fuori dell’area di rigore), dietro il punto del calcio di rigore e al di fuori dell’area di rigore”

Chissà se Rizzoli, designatore degli arbitri, avrà visto questi errori, e se prenderà provvedimenti, sull’ormai Mazzoleni che quando viene assegnato al Napoli porta sempre scompensi.

Ricordiamo cosa disse Mister Ancelotti dopo l’errore nel 2019 contro l’Atalanta, durante  l’incontro tra allenatori, capitani, dirigenti e arbitri tenuto a Roma nel 2019: “Il VAR deve essere uno strumento di supporto della decisione dell’arbitro” ed aggiunge più tardi dicendo: “Voglio accettare l’errore dell’arbitro, ma non accetto l’errore del VAR”. La risposta di Nicola Rizzoli: “Il VAR deve intervenire solo per le cose chiare”. 

A cura di Antonio Pisciotta

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.