Bucciantini, giornalista: “La squadra ha alcuni limiti mentali”

0
A Radio Marte è intervenuto Marco Bucciantini, giornalista:
“Il Napoli ieri ha regalato due rigori. Erano due dinamiche non pericolose che invece sono state concesse. Ieri il Napoli ha fatto una bella partita contro un bell’avversario. Si sono affrontate con poco tatticismo ed è vero che al 90′ c’erano 2 punti in più in classifica ma ritrovare qualcosa nella prestazione è comunque una cosa buona. Intanto si è trovata continuità di gioco e di risultato, adesso 10 giorni in cui ti giochi la volata. Ti devi mettere in condizione di poter fare la volata e ritrovare giocatori. Poi se uno guarda i dati è incredibile come il Napoli abbia i numeri migliori della classifica. Questo è significativo di alcuni limiti mentali della squadra.
La gestione degli ultimi minuti non è più quella di un tempo. Anche la Juventus ha preso un paio di volte gol a fine partita per mancanza di gestione, ormai c’è un altro modo di stare in campo. Se tu lavori per giocare la palla non smetti di farlo al 90′. Poi però c’è anche un vissuto personale che fa la differenza. Manolas e Bakayoko non erano stanchi per la partita. Devono avere un vissuto personale conservativo, al di là di cosa si fa in campo bisogna far venire fuori l’istinto. Il Napoli anche nei giocatori di esperienza ha questo problema di gestione. Il problema comincia da Koulibaly che si fa buttare fuori a Benevento. Forse i giocatori hanno dei limiti proprio in questo. Da spettatore è stata una grande partita, giocata a tutto campo da tutti i giocatori.
Inter? Anche se non dovesse scappare a me sembra che il passo e la consapevolezza dell’Inter siano importanti. Il gruppo è di un altro livello ed è diventato impermeabile a tutto. Domenica ha l’Atalanta però intanto stasera può mettere un margine mentale enorme. Quarto posto? Ieri il Milan ha preso un punto al 97′ e questo lascia un’idea di guadagna, mentre al Napoli un’idea di perdita. Tra il Milan e il Napoli ci sono squadre che continuano ad avere un’andatura inattendibile, non di sicurezza. sono per forza tutte in gioco. Anche la stessa Juventus non ha niente da sperare se non difendere il quarto posto secondo me. L’Atalanta se esce con il Real Madrid certe partite le vincerà ed è quella che vedo meglio nel gruppo”.

 

Fonte: Radio Marte

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.