Serie B – Poker del Venezia, bene anche Ascoli, Cittadella ed Empoli

0

Ascoli-Reggiana         2-1 Sabiri (A) rig. 5′, Bajic (A) 25′, Mazzocchi (R) 90′

Chievo-Brescia           1-0 Garritano (C) 35′

Cittadella-Pordenone 2-0 Gargiulo (C) 45′, Tavernelli (C) 53′

Empoli-SPAL              2-1 Esposito (S) 34′, Bajrami (E) 63′, Mancuso (E) 83′

Frosinone-Entella      0-0

Pisa-Monza                1-1 Frattesi (M) 46′, Marconi (P) 81′

Reggina-Cosenza       0-0

Venezia-Pescara        4-0 Aramu (V) 45’+1′, Forte (V) 47′, Maleh (V) 81′, Karlsson (V) 93′

Vicenza-Salernitana 1-1 Djuric (S) rig. 25′, Rigoni (V) 43′

Ascoli-Reggiana. La sfida si sblocca al 5′ col calcio di rigore trasformato da Sabiri, al 14′ Mazzocchi si testa sugli sviluppi di un piazzato manca il bersaglio di poco. Al 25′ arriva il raddoppio ascolano col destro sotto la traversa di Bajic per il 2-0 che chiude il primo tempo. Nella ripresa Bajic cerca la doppietta con un diagonale respinto da Cerofolini, al 60′ Tupta entra in area e calcia mancando il bersaglio di poco. Nel finale la Reggiana accorcia le distanze con Mazzocchi così al triplice fischio la sfida termina 2-1 per l’Ascoli.

Chievo-Brescia. Primo brivido all’8′ con la sassata dai 20 metri di Viviani respinto da Joronen, l’intensità di gioco non è altissima e di occasioni se ne vedono pochissime. Nel finale di tempo i clivensi sbloccano il punteggio col destro vincente di Garritano che stoppa in area e insacca chiudendo i primi 45 minuti col vantaggio veronese. Nella seconda frazione Van De Looi si coordina dai 20 metri e calcia sfiorando il palo, nel finale di gara Canotto si presenta solo davanti al portiere centrando Joronen chiudendo la sfida sull’1-0 clivense.

Cittadella-Pordenone. La prima emozione arriva al 18′ con Diaw lanciato in contropiede ma Maniero in uscita sventa la minaccia, la sfida si sblocca nel finale di tempo con la precisa incornata di Gargiulo sul cross di Cassandro chiudendo il primo tempo sull’1-0 per il Citta. Nella seconda frazione arriva il raddoppio dei padroni di casa col destro al volo di Tavernelli sugli sviluppi di un piazzato, al 62′ Benedetti ci prova direttamente su punizione ma Perisan sventa la minaccia. Nel finale Rosafio di testa cerca il tris mancando lo specchio così al triplice fischio la sfida si chiude 2-0.

Empoli-SPAL. Prima occasione all’8′ col mancino al volo di Bandinelli largo di un soffio, al 21′ Mancuso cerca la porta con un tiro-cross bloccato da Thiam. Al 34′ gli spallini si portano in vantaggio con Esposito che riceve palla in area e insacca chiudendo i primi 45 minuti sull’1-0 ospite. Nella ripresa arriva il pareggio empolese con preciso tiro a fil di palo di Bajrami a seguito di una bella azione corale, nel finale arriva il sorpasso dell’Empoli con Mancuso che al triplice fischio regala la vittoria ai padroni di casa.

Frosinone-Entella. Già al 3′ Dionisi dal limite calcia col destro centrando il palo, al 14′ Rodhen cerca il goal dalla trequarti ma Borra in tuffo blocca la sfera. Al 31′ a seguito di una mischia in area Borra si dimostra provvidenziale liberando l’area così al duplice fischio si va a riposo senza reti. Nel secondo tempo Dionisi riceve palla sulla trequarti e calcia costringendo Borra alla super parata, al 69′ Ciano calcia a botta sicura mancando lo specchio dopo una leggera deviazione. Nel finale la sfida non si sblocca così al triplice fischio la sfida si chiude a reti inviolate.

Pisa-Monza. Dopo una lunga fase di studio il primo brivido arriva al 25′ con la girata di Marconi a lato di pochissimo, al 32′ Finotto calcia dal limite impegnando seriamente Frattesi. Nel finale di tempo la sfida non si sblocca così al duplice fischio si va a riposo a reti inviolate. Nella ripresa il Monza sblocca il punteggio col missile di Frattesi dal limite dell’area, all’81’ arriva il pareggio nerazzurro con Marconi che ruba palla in area e insacca col destro chiudendo la contesa in parità.

Reggina-Cosenza. La prima emozione arriva al 27′ con Carretta che dopo essere scattato in velocità calcia dai 20 metri ma Guarna blocca, al 35′ l’arbitro assegna un calcio di rigore alla Reggina espellendo Tiritello. Dal dischetto prende la rincorsa Denis ma Falcone respinge così al duplice fischio si va a riposo senza goal. Nella ripresa Carretta cerca gloria personale ma Guarna in volo evita guai seri. All’81’ Denis ci prova di testa mancando lo specchio di un niente così al triplice fischio il derby calabrese termina 0-0.

Venezia-Pescara. Dopo una lunga fase di studio il primo vero brivido arriva al 25′ col tiro di Aramu direttamente dalla bandierina ma Fiorillo respinge in tuffo. Al 38′ Diambo riceve palla in area e calcia col mancino ma Lezzerini evita guai seri in volo. Nel recupero del primo tempo arriva il vantaggio lagunare col tocco di Aramu che chiude i primi 45 minuti. Nella seconda frazione arriva il raddoppio veneziano con Forte che insacca al volo col mancino. Al 52′ Forte cerca la doppietta centrando la traversa. Al 73′ Nzita riceve il secondo giallo lasciando il Delfino in 10 uomini, all’81’ arriva il tris lagunare col facile tap-in di Maleh. Nel finale il Venezia cerca il poker con Johnsen che centra il palo col destro, nel recupero Karlsson cala il poker chiudendo la sfida sul definitivo 4-0.

Vicenza-Salernitana. I ritmi di gioco non sono altissimi così per vedere la prima occasione dobbiamo aspettare il minuto 25 quando Djuric sblocca il punteggio col destro dal cuore dell’area. Nel finale di tempo arriva il pareggio vicentino con la torsione di Rigoni sul corner battuto da Beruatto per l’1-1 che chiude la prima frazione. Nella ripresa Cicerelli ci prova dal limite con un destro a giro largo di pochissimo. La gara non regala molte emozioni e neanche nel finale arriva il goal-vittoria da parte di una delle due squadre chiudendo la contesa sull’1-1.

Classifica provvisoria: evidenziate le squadre non ancora scese in campo

Cittadella 10-Empoli 10-Salernitana 8-Venezia 7-Chievo 7-Frosinone 7-Reggina 6-Lecce 4-Reggiana 4-Cosenza 4-Brescia 4-Ascoli 4-Monza 3*-SPAL 3-Pordenone 3-Entella 3-Pisa 3-Vicenza 2*-Cremonese 2-Pescara 1

*Una gara da recuperare

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.