Pallanuoto – Rinviata la serie A di pallanuoto, troppi positivi al Covid 19

0

La pallanuoto nel caos ed il presidente della Federnuoto Barelli annuncia: tutti fermi. I campionati di A1 maschile e femminile non partono. E c’è di più, consultandosi con i club emerge un clamoroso cambio di formula. Sono solo idee, ma con il fioccare di positivi al Covid la Federnuoto corre ai ripari, e la pallanuoto è il primo campionato che si ferma a causa del Coronavirus.

COPPA ITALIA-Concentramento di Palermo con Brescia, Telimar, Posillipo e Quinto. La prima positività è quella del capitano dei siciliani Francesco Paolo Lo Cascio. Inizialmente il Telimar aveva comunicato l’esito del tampone successivamente al raggruppamento siciliano. Poi, con un successivo comunicato ha informato che il capitano palermitano non avrebbe contratto il Covid-19 alla Zanelli di Savona ne primo turno di Coppa Italia ma nel viaggio di ritorno dalla Liguria a Palermo. Gli esiti dei successivi tamponi eseguiti sulla squadra e sullo staff hanno presentato altri 2 atleti positivi, Mario Del Basso e Fabrizio Di Patti.

POSILLIPO-Non solo Palermo, sono arrivate le positività di Marco Del Lungo ed Edoardo Di Somma del Brescia e di un giocatore del Posillipo. «Il giocatore è asintomatico e in buona salute» informa il circolo rossoverde. Ed a catena tamponi anche alla Rari Nantes Salerno che la società di Mergellina ha incontrato in amichevole in settimana. Scandone chiusa e sanificata

DONNE-Il Covid ha fatto il proprio ingresso anche tra le donne dopo la positività di Giulia Carotenuto, 32enne difensore del Css Verona, una delle giocatrici che vanta maggior competenze tra quelle che compongono la rosa del team veneto e che opera come medico presso l’ospedale di Padova.

Gianluca Agata (Il Mattino)

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.