Maurizio Pistocchi: “Rigore Bonucci? Non c’è”

"Come non c'era quello di Zielinski l'anno scorso. Ogni anno è il solito scaricabarile”

0
A ‘Punto Nuovo Sport Show’, Maurizio Pistocchi, Sport Mediaset: “Ieri a Bonucci è stato chiesta la differenza con l’anno scorso. Ed ha risposto: “Difendevamo di reparto, ora ad uomo”. È una Juventus che si è piegata alle attitudini di Bonucci e Chiellini. Che, ogni volta che si trovano in finale, hanno preso 3-4 gol. Non sono così grandi. Lo sono all’interno di un sistema che li gratifica. Ciò che ho visto ieri è la Juventus di Allegri. Ciò che ho visto non è niente di nuovo. Gli unici veri trionfatori sono Bonucci, Chiellini e Buffon. Coloro più restii ad accettare l’inserimento di un corpo estraneo: Sarri. Rigore Bonucci? L’anno scorso, prima giornata di campionato, Fiorentina-Napoli. Dissero che era giusto dare fallo di mano a Zielinski. L’anno scorso fui l’unico a dire che non era rigore. E quindi dico che anche quello di quest’anno non è rigore. Siamo in mano ad una categoria di persone totalmente incoerenti. Gli arbitri devono arbitrare secondo la propria etica. E le proprie conoscenze. Non attuare le regole dall’alto. Se giudico che è rigore, lo do. Se è non rigore, non lo do. Ogni anno ci troviamo con questo divertente scaricabarile. Tiki Taka? Non ho mai chiesto niente a nessuno. Moncalvo sa molte cose che molti non sanno. A me va bene così. Verrà il momento in cui qualcuno deciderà se, nei miei confronti, è stato rispettato ciò che prevede il compenso giornalistico. O se c’è stato del mobbing“.
Fonte: Radio Punto Nuovo
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.