I panchinari del Napoli a Parma: due prendono il voto.

0
I voti dei calciatori azzurri subentrati secondo Il Mattino nella trasferta in scena ieri contro il Parma al Tardini, fove ha visto il Napoli vincente per 0-2. Ottimo e decisivo l’ingresso dell’attaccante nigeriano Victor Osimhen.
7 OSIMHEN
Poco più di un’ora in panchina, poi il suo ingresso cambia modulo ed un minuto dopo propizia il vantaggio di Mertens. Altra manciata di secondi e crea una nuova occasione sgasando su Iacoponi e servendo ancora Mertens. Devasta la difesa, con la velocità fisica e di pensiero.
6 POLITANO
Entra bene nel match, gamba subito viva con una bella occasione creata che mette in difficoltà Sepe. Difende bene quando il Napoli passa 4-4-2 in fase di non possesso e in ogni caso non sembra sbandare per non aver esordito da titolare. Umile nell’apporto che dà al contenimento finale.
sv ELMAS
Rispetta le consegne, tiene la posizione, armonizzandosi all’abbassamento del baricentro voluto da Gattuso negli ultimi minuti: quel che conta è non fare guai e lui non li commette. Deve adattarsi a centrocampo se vuole avere più spazi a disposizione: come vice Insigne, che pure gli piace, non avrà molte chance.
sv LOBOTKA
Ha giocato a Barcellona ma non ieri. Questione anche di condizioni: era un centrocampo, quello del Parma, che dava maggiore possibilità di costruire e basta. Infatti, entra nei sette minuti finali quando la squadra Liverani fa all’attacco quasi più per una questione d’onore che per altro.
sv PETAGNA
A piccoli passi. Perché visto il numero di attaccanti che Gattuso immagina per riempire le aree avversarie, l’ex Spal di occasioni ne avrà. Ha saltato per intero la preparazione estiva, quindi ha bisogno di un po’ di tempo per mettersi alla pari con gli altri. Pochi minuti e poco o nulla. Ma era un esordio anche per lui.
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.