PRIMAVERA NAPOLI- Una scelta tra passato, presente e futuro

Approfondimento Primavera Napoli

0

Primavera Napoli: il presidente Aurelio De Laurentiis ha dichiarato ieri a Castel di Sangro che farà eseguire i tamponi anche per l’intero settore giovanile

Il calendario dice 28 agosto e ad oggi il Napoli non ha ancora un nome  per la panchina della sua Primavera dopo il rifiuto recente di mister Riolfo ormai prossimo al Livorno (clicca qui per ESCLUSIVA).

Cosa può succedere adesso?

Con mister Formisano, ormai come riporta Tuttocalciogiovanile, destinato alla Berretti del Perugia e fuori dai giochi esiste un problema che riguarda la direzione dell’intera cantera partenopea. Infatti l’arrivo del nuovo D.S. della Primavera Aladino Valoti ha come naturale conseguenza che la scelta sia innanzitutto sua, magari confrontandosi col Responsabile delle Under Gianluca Grava.

Se al timone dell’intero settore giovanile del Napoli fosse stato ancora il “soldatino” di mille battaglie, probabilmente avrebbe puntato sulla promozione degli attuali allenatori in rosa: Massimo Carnevale in Primavera 2, Giuseppe Bevilacqua in Under 17, Gennaro Sorano in Under 16, con il conseguente salto di Luigi Malafronte dai Regionali all’Under 15.

Uno scenario tutt’altro che da scartare, perchè probabilmente sarebbe la decisione più logica e anche una giusta ricompensa per quanto fatto vedere dagli attuali coach azzurri in questi anni, ma c’è un grosso dubbio…

Una scelta del genere sminuirebbe però il ruolo di Valoti, il quale è venuto a Napoli proprio per portare valore aggiunto alla formazione giovanile più importante (e per la verità con risultati catastrofici in questi anni) e forse anche dare un segnale di discontinuità col passato.

E allora ad accomodarsi sulla panchina potrebbe essere o un allenatore di fiducia con esperienza in Serie D (non a caso si parla di mister Cascione, lo scorso anno al Cattolica in D) o un tecnico campano reduce sempre da un campionato di quel livello.

Non crediamo che questa seconda ipotesi sia la migliore, ci siamo già sbilanciati sull’importanza di far crescere chi ha fatto molto bene internamente, ma sembra decisamente la più probabile per quanto spiegato sopra.

Guardando un pò oltre, contratto alla mano Grava potrebbe essere all’ultima stagione da Responsabile della cantera e, forse, è anche giusto chiudere un ciclo che ha prodotto ottimi risultati soprattutto negli ultimi anni a livello di Under. Siamo curiosi di capire quanto ci metterà di suo Valoti per rilanciare la Primavera, che deve obbligatoriamente salire di categoria quest’anno, e se sarà proprio lui a raccogliere il testimone alla guida dell’intero settore giovanile del Napoli tra dodici mesi.

Ma intanto il calendario dice 28 agosto e manca un allenatore e una data per il ritiro in questo pazzo pazzo 2020..

Marco Lepore

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.