Serie B – Finale Play-Off – Spezia-Frosinone: Liguri in A per la prima volta

0

Spezia-Frosinone 0-1 Rodhen (F) 61′

SPEZIA (4-3-3): Scuffet, Ferrer (Vignali 88′), Erlic, Terzi, Vitale, Bartolomei, Matteo Ricci, Maggiore (Mora 78′), Nzola (Di Gaudio 88′), Galabinov, Gyasi (Mastinu 74′). A disposizione: Krapikas, Desjardins, Ramos, Vignali, Bastoni, Di Gaudio, Mora, Ragusa, Mastinu, Gudjohnsen. Allenatore: Italiano.

FROSINONE (3-4-1-2): Bardi, Brighenti (Paganini 85′), Ariaudo, Krajnc, Salvi (Tribuzzi 77′), Maiello (Citro 86′), Haas, Beghetto, Rodhen, Ciano, Novakovich (Ardemagni 67′). A disposizione: Iacobucci, Bastianello, Zampano, D’ELia, Capuano, Szyminski, Vitale, Paganini, Tribuzzi, Gori, Ardemagni, Citro. Allenatore: Nesta.

Arbitro: Sacchi.

Ammoniti: Maggiore (S) 52′, Nzola (S) 61′, Maiello (F) 80′, Terzi (S) 81′, Paganini (F) 96′.

Note: recupero p.t. 3′, recupero s.t. 7′.

Primo tempo. La prima emozione arriva al 12′ col palo pieno colpito da Beghetto con un siluro mancino dall’interno dell’area, al 24′ Ciano supera il diretto marcatore sulla sinistra e dopo essersi accentrato calcia col destro ma Scuffet respinge in corner. Al 40′ Rodhen riceve palla dal limite e calcia a giro col destro ma Scuffet ancora una volta respinge in angolo, passano due minuti e dopo una perfetta sponda aerea la sfera arriva a Bartolomei che calcia al volo col destro mancando il bersaglio di poco così al duplice fischio squadre a riposo senza reti.

Secondo tempo. Nella ripresa Ciano cerca il diagonale mancino da fuori area ma la sfera termina sul fondo, al 57′ Ferrer mette in mezzo per Gyasi che in spaccata colpisce a botta sicura ma la sfera sorvola la traversa. Sul capovolgimento di fronte Beghetto crossa per Rodhen che di testa sfiora la traversa, al 61′ arriva il vantaggio ciociaro col piatto destro a giro di Rodhen dopo il bellissimo assist di tacco di Ciano. Nel finale non arriva il raddoppio del Frosinone così al triplice fischio lo Spezia può festeggiare la prima storica promozione in Serie A.

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.