Ospina reduce: «Errore grave pensare che il Barça sia soltanto Messi»

0

 David Ospina qui c’è già stato. Ottavi di finale di Champions, guarda caso. Stagione 2015/16. Lui era all’Arsenal. Finì 3-1 per il Barcellona e Messi fece gol. Altre sette volte ha incrociato la Pulce, lui portiere della Colombia, lui numero 10 dell’Argentina. David Ospina allarga le spalle e fa il timidone con quegli occhiali da professore. «Mica è solo lui che bisogna tenere d’occhio, quella che affrontiamo stasera è una squadra straordinaria, piena zeppa di campioni che in ogni momento possono fare la differenza. Ma ci siamo preparati bene».
Ospina, come si ferma Messi?
«Sappiamo cos’è Lionel, un giocatore unico che può cambiare la partita con una giocata. Ci ho giocato spesso contro, mi ha fatto anche gol tante volte. Ha dei colpi tutti suoi. Tutti noi dobbiamo stare in guardia e concentrati. Ci vuole attenzione e bisogna darsi una mano».
Che stagione è stata?
«Particolare. Abbiamo lasciato troppi punti all’inizio in campionato che poi non siamo riusciti a recuperare. Potevamo finire più in alto in classifica, per la nostra qualità dovevamo finire più in alto. Ma adesso c’è la Champions e pensiamo ad andare ancora avanti».
Il ballottaggio con Meret lo ha vinto ancora una volta lei?
«Non lo so ancora. Deciderà il mister. Io con Meret ho un eccezionale rapporto, a me questa situazione non pesa. In comune c’è che pensiamo solo al bene del Napoli».
Come arriva la squadra a questo appuntamento?
«Sappiamo le qualità individuali e di collettivo del Barcellona, non ci faremo sorprendere».
Dalla gara di andata in cosa siete migliorati?
«Siamo cresciuti molto, questo è evidente. Il merito è del mister che con noi è stato sempre molto chiaro e ha capito subito quali erano le qualità di ogni singolo calciatore».
Cosa dovrà fare il Napoli per volare a Lisbona?
«Il Napoli ha la personalità e i giocatori per giocarcela».
C’è la consapevolezza di poter passare il turno?
«Sempre. Abbiamo la fiducia di vincere tutte le partite, abbiamo la qualità per poterlo fare. Speriamo di fare il gol che ci serve e di non prenderne. Non vogliamo andare in vacanza, nessuno ci pensa. Vogliamo continuare il nostro sogno in Champions».

Fonte: Il Mattino

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.