Sarri, Gattuso ed il “nì” di Kuolibaly, il parere del presidente

0

Il futuro di Gattuso tutto da scrivere, l’ex Sarri ora alla Juventus e infine la questione Koulibaly. Tutto nel pensiero di De Laurentiis al Corriere dello Sport a 360 gradi.

Gattuso potrà vivere la sua prima stagione dall’inizio e dunque dare un’impronta personale al Napoli. «È partito il suo ciclo, quello di un uomo vero e di ex calciatore vincente, che non ha voglia di rivincita, né economiche né sociali. Rinnovo? Se si troverà bene il matrimonio potrà continuare, se invece non si sentirà garantito, non vedo perché dovrei costringerlo a rimanere».

A proposito di allenatori (ma del passato): lo scudetto a Sarri l’ha reso felice? «Domanda capziosa e ingiusta. Lo scudetto alla Juventus in questi nove anni è diventata una normalità. Io sono contento per Andrea Agnelli. A Sarri voglio bene, rimane nel mio cuore perché ha regalato tre anni a Napoli fantastici e gli dico sempre grazie. Però poi faccio altre riflessioni e penso che, fossi stato in lui, avrei ragionato diversamente: restando qui magari avrebbe vinto prima lo scudetto; e con me avrebbe rischiato meno di quanto sta rischiando adesso alla Juventus».

Intanto, Koulibaly è sul mercato. «Kalidou è un’ottima persona e mi dispiacerebbe perderlo. Poi c’è un tempo per tutto, anche per separarsi. Ma 90 milioni sul tavolo non ci sono e comunque bisogna essere in due per lasciarsi».

E intanto lui sussurra che gli piacerebbe anche restare. «Quando si vorrà confrontare con me, mi troverà disponibile: io sono qua. Basta che mi chiama e ci vediamo e se son rose fioriranno».

Antonio Giordano CdS

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.