L’ex agente di Osimhen: “Victor non voleva nemmeno andarci in Italia”

0

«Lo conosco da quando ha 14 anni grazie a dei collaboratori che ho in Nigeria. Quando stavamo per chiudere con il Napoli siamo stati improvvisamente licenziati e sostituiti da un nuovo agente». Così, in una lunga intervista a France Football, l’ex agente di Osimhen Jean-Gérard Benoit Czajka ha raccontato la verità sull’affare che l’ha visto protagonista: «L’ho saputo tramite una mail quando mancavano solo le firme. Victor non voleva nemmeno andarci in Italia, aveva paura del razzismo. Mi disse che non ci sarebbe andato nemmeno se fosse stato alla Juventus per 10 milioni all’anno. Ma gli ho consigliato di vedere le cose da vicino prima di parlare e decidere. Io licenziato per dei bonus? Avevamo concordato tutto con Giuntoli, ci sarebbero stati circa 5 milioni per gli agenti, ma quando tutto stava per chiudersi siamo stati cacciati».

«Già da tempo sentivamo il Napoli, ma ci siamo incontrati a maggio a Monaco a causa del coronavirus, prima di quel viaggio a Napoli a luglio» ha svelato l’agente del nigeriano. «I due club erano già d’accordo, al Lille non è piaciuta la mancata firma di Osimhen in quel momento. Victor ha parlato con il club e con Koulibaly, quando una squadra come il Napoli ti offre un contratto così importante vuol dire che crede in te. Ufficialità? Sono curioso di scoprire come stanno lavorando, secondo me ha già firmato. D’Avila lo corteggiava da un po’, c’è molta pressione sul calciatore. Tribunale? I nostri avvocati hanno già tutte le carte a disposizione, faremo valere i nostri diritti». Fonte: Il Mattino

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.