Dopo Hakimi all’Inter e Arthur alla Juve, si aspettano i colpi del Napoli

0

Il campionato chiuderà tra poco meno di un mese e ci sono ancora le coppe da giocare, però il mercato è apertissimo. Com’era prevedibile, le società si stanno muovendo per la stagione 2020-2021, quella che dovrebbe riportare il calcio alla normalità, curva dei contagi del Coronavirus permettendo. E allora, dopo la Juve (Arthur) e l’Inter (Hakimi), è il momento del Napoli, che nella prossima stagione non parteciperà alla Champions e proprio per questo probabilmente ritiene di poter tornare a sedere al tavolo dello scudetto, perché l’Europa League potrebbe assorbire minori energie fisiche e mentali. Non fu un caso che, proprio dopo il «declassamento» dalla Champions alla seconda manifestazione continentale, il Napoli di Sarri si portò a un passo dalla Juve due anni fa.

Koulibaly farebbe la fortuna di tutti i top club europei. Però difficilmente, proprio per il feeling con Napoli, accetterebbe un corteggiamento da parte della Juve, lanciata ormai verso la conquista del nono scudetto consecutivo. Le sue avversarie sono crollate nel week-end sui loro campi e in turni ritenuti agevoli. La Lazio è a -7 e l’Inter a -11. Dunque l’obiettivo si avvicina per una squadra che sembrava in gravi difficoltà dopo aver perso la finale di Coppa Italia ai rigori contro il Napoli.

Nelle successive 4 partite i bianconeri hanno conquistato altrettante vittorie ed è ripartita la macchina da gol apparsa inceppata nelle due partite di Coppa giocate dopo il lockdown (zero gol contro Milan e Napoli): 13 reti. Sarri ha ritrovato il sorriso anche se il rapporto con lo spogliatoio resta teso perché i suoi metodi non hanno pienamente convinto la squadra, soprattutto i giocatori più rappresentativi: basta leggere le pagine del libro di Chiellini per rendersi conto della distanza che esiste tra il tecnico e il gruppo. Fonte: Il Mattino

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.