Napoli/Spal: la difesa azzurra poco impegnata, solo uno svarione

0

Ecco i voti alla retroguardia azzurra dopo la vittoria contro la SPAL. Tutti sufficienti contro Petagna e compagni, pochi rischi. Meret sempre pronto, con tutta la linea a 4 di Gattuso sempre concentrata e ben posizionata.

Meret 6 Il primo tiro in porta gli manda di traverso la giornata. Poi deve starsene lì a ondeggiare tra il suo passato (la Spal,) che gli sta di fronte, il suo futuro (il Napoli), da conquistare tutto per sé, anche con quella parata su Valoti, che è tecnica pura.

 

Hysaj 6  Lascia che Reca lo travolga, in velocità nell’occasione del pareggio, ma dopo essersi sobbarcato chilometri di quella fascia che a un certo punto gli costano fatica. Ricomincia nel secondo tempo ma con giudizio.

 

Maksimovic 6  Sta con semplicità nella sua zona di competenza e quando serve ci mette l’esuberanza. Rimane inchiodato anche lui sull’1-1 ma poi non si distrae più.

 

Koulibaly 6  Eppure è mostruoso, almeno sino a quando Petagna non ha la capacità di staccarsi da lui e trovare il suo gol da «napoletano» ma con la maglia della Spal. Ed allora, nel suo piccolo, si «arrabbia», e comincia ad attraversare il campo palla al piede.

 

 

Mario Rui 6  Spinge come sa, ma senza darsi la continuità che servirebbe per far male.  

 

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.