Serie B: Festa solo rimandata per il Benevento, Galabinov Show a Verona

0

Ore 21:00

Chievo-Spezia            1-3 Segre (C) 60′, Galabinov (A) 72′ rig. 76′ 86′

Cremonese-Cosenza  0-2 Riviere (CO) 25′, Baez (CO) 48′

Empoli-Benevento     0-0

Entella-Salernitana   1-0 Mazzitelli (E) 49′

Frosinone-Cittadella 0-2 Iori (C) rig. 41′, Luppi (C) 51′

Juve Stabia-Livorno 2-3 Calò (J) 21′, Agazzi (L) 59′, Marras (L) 60′, Cissé (J) 86′, Biben (L) 94′

Perugia-Crotone       0-0

Pisa-Pescara              2-1 Belli (PI) 15′, Clemenza (P) 89′, Soddimo (PI) 95′

Venezia-Ascoli           2-1 Aramu (V) 8′, Scamacca (A) 24′, Firenze (V) 66′

Chievo-Spezia. Il primo brivido arriva al 18′ col destro di Bartolomei che scheggia il palo, al 30′ Dickmann crossa per Vignato ci prova di testa mancando il bersaglio. Nel finale di tempo la sfida non si sblocca così al duplice fischio si va a riposo a reti inviolate. Nei secondi 45 minuti arriva il vantaggio clivense col sinistro vincente di Segre sul cross di Vignato. Al 72′ gli spezzini pareggiano i conti con l‘incornata di Galabinov, passano 4 minuti e Galabinov realizza la personale doppietta trasformando un calcio di rigore. Nel finale Galabinovc conferma la sua giornata di grazia realizzando la personale tripletta per il definitivo 3-1 ligure.

Cremonese-Cosenza. La prima occasione arriva al 16′ col destro di Valzania alto di pochissimo dopo la respinta di Perina, al 25′ calabresi in vantaggio col destro di Riviere che sfrutta il passaggio no-look di Prezioso. Al 32′ Ciofani svetta più in alto di tutti e di testa centra la traversa, nel finale di tempo Parigini ci prova col destro mancando lo specchio non di molto così i primi 45 minuti terminano con i rossoblu in vantaggio. Nella ripresa Baez realizza il raddoppio rossoblu a seguito di una bella azione corale. Valzania esplode un destro poderoso largo di pochissimo, al 76′ cosentini in 10 per l’espulsione di Idda che causa un rigore. Dal dischetto parte Daniel Ciofani ma Perina lo ipnotizza chiudendo la sfida con la vittoria calabrese.

Empoli-Benevento. La prima occasione arriva al 5′ col tentativo di Ciciretti a alto dopo una leggera deviazione, al 27′ Maggio calcia dal limite mancando lo specchio di poco. Nel finale di tempo la gara non decolla così al duplice fischio si va a riposo a reti bianche. Nella seconda frazione Tello verticalizza per Moncini che calcia di prima intenzione trovando la pronta risposta dell’ex Brignoli, al 70′ Henderson calcia dal limite ma Montipò in tuffo salva i suoi. Nel finale nessuna delle due squadre riesce a sbloccare il match così al triplice fischio la gara si chiude sullo 0-0.

Entella-Salernitana. Già al 6′ Settembrini cerca il goal con un tiro di prima intenzione respinto da Vannucchi, col passare dei minuti entrambe le squadre faticano a rendersi pericolose. Al 31′ Aya sugli sviluppi di un corner calcia id potenza ma Borra respinge, nel finale id tempo la gara non si sblocca così al duplice fischio si va a riposo sullo 0-0. Nel secondo tempo Entella in vantaggio con la rasoiata di Mazzitelli che trafigge Vannucchi, col passare dei minuti non arriva la reazione salernitana così l’Entella si aggiudica la contesa.

Frosinone-Cittadella. Al 13′ Gargiulo si invola verso la porta e calcia sul fondo non di molto, al 24′ Beghetto calcia id potenza trovando la risposta di Paleari. Nel finale di tempo capitan Iori porta in vantaggio il Citta trasformando un calcio di rigore chiudendo il primo tempo col vantaggio veneto. Nella seconda frazione arriva il raddoppio toscano con Luppi che di testa sfrutta alla perfezione il cross morbido di Benedetti. Al 70′ Novakovich si invola verso la porta e arrivato in area calcia ma Paleari si dimostra provvidenziale. Nel finale i ciociari non reagiscono così al triplice fischio il Cittadella sbanca lo Stirpe.

Juve Stabia-Livorno. Goal annullato ai toscani all’8′ per una posizione di fuorigioco di Marras, la replica campana arriva al 21′ col vantaggio di Calò che dai 35 metri calcia dando una traiettoria che inganna il portiere avversario. Nel finale di tempo non arriva la reazione livornese così al duplice fischio Juve Stabia in vantaggio. Nella ripresa Marras cerca la rasoiata a fil di palo ma la sfera termina larga non di molto. Al 59′ arriva il pareggio livornese col bellissimo destro a giro di Agazzi. Toscani scatenati un minuto più tardi col 2-1 ad opera di Marras che in equilibrio lascia partire un diagonale a fil di palo. All’84’ Livorno in 10 per l’espulsione di Porcino. Passano appena due minuti e la Juve Stabia capitalizza la superiorità numerica pareggiando con lo stacco perentorio di Karamoko Cissé. Nel finale però Boben riporta in vantaggio gli ospiti regalando i 3 punti agli ospiti.

Perugia-Crotone. Prima emozione al 17′ col colpo di testa di Messias a alto di pochissimo, al 25′ perugini in 10 per il rosso diretto all’indirizzo di Di Chiara. Nel finale di tempo Iemmello in contropiede si lancia verso la porta e calcia ma Cordaz respinge chiudendo i primi 45 minuti sullo 0-0. Nel secondo tempo Benali serve Mustacchio che di testa centra in pieno la traversa. Al 79′ Evans cerca il goal sotto l’incrocio ma Fulignati con la punta delle dita respinge. Nel finale il match non si sblocca così al triplice fischio la gara del Curi termina a reti inviolate.

Pisa-Pescara. I nerazzurri provano a gestire il possesso palla e al 15′ si portano in vantaggio con l‘incornata di Belli sul cross di Lisi. Col passare dei minuti il ritmo cala vistosamente così al duplice fischio le squadre vanno a riposo con i nerazzurri avanti nel punteggio. Nella seconda frazione Delfino in 10 uomini per l’espulsione di Bettella a seguito di una doppia ammonizione, al 75′ Marconi sugli sviluppi di un angolo colpisce di testa mandando la sfera sopra la traversa alta di poco. All’89’ nonostante l’uomo in meno arriva il pareggio del Delfino con Clemenza che a giro col mancino beffa Gori. Ma nei minuti di recupero Soddimo riporta i pisani in vantaggio siglando il definitivo 2-1 nerazzurro.

Venezia-Ascoli. I lagunari alzano il ritmo sin dalle prime battute e all’8′ Aramu sblocca il punteggio con un preciso colpo di testa. Gli ascolani provano a reagire e al 24′ Ninkovic pesca Scamacca che col piatto pareggia i conti. Passano 5 minuti e Scamacca prova a restituire il favore a Ninkovic ma l’11 bianconero calcia alle stelle, nel finale di tempo Morosini cerca la rasoiata a fil di palo ma Lezzerini blocca in due tempi chiudendo il primo tempo in parità. Nella ripresa sugli sviluppi di un corner Brosco di testa colpisce il palo. Al 66′ Venezia in vantaggio col capolavoro di Firenze che insacca sotto al sette. All’86’ Firenze parte in campo aperto e crossa per Zigoni chiuso provvidenzialmente dall’intervento di Troiano chiudendo la gara con la vittoria lagunare.

Classifica

Benevento 73-Crotone 51-Spezia 50-Cittadella 49-Frosinone 48-Pordenone 46-Salernitana 43-Chievo 42-Entella 41-Empoli 41-Pisa 40-Perugia 40-Pescara 38-Venezia 36-Juve Stabia 36-Cremonese 33-Ascoli 32-Cosenza 30-Trapani 28-Livorno 21

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.