Europa League: Parte la bagarre in Italia per qualificarsi

0
Europa League torneo nel torneo: Nove squadre per due-tre posti

Atalanta 48 punti al 4° posto, Roma 45, Napoli 39, Milan 36, Verona e Parma 35, Bologna 34, Sassuolo e Cagliari 32. Per l’Europa League ci sarà da divertirsi a cominciare dai recuperi di oggi e domani con il Parma che giocherà a Torino, il Verona in casa con il Cagliari e il Sassuolo a Bergamo con l’Atalanta. Se Parma e Verona vincono, sorpassano il Milan. Se vince anche il Sassuolo, sale a -1 dal Milan. Il Napoli è già sicuro di un posto in questa Coppa (andrà direttamente ai gironi) come vincitore della Coppa Italia, ma in due casi potrebbe conquistare ancora un posto nella Champions 2020-21: se arriva quarto in campionato, se vince questa Champions League. Lo stesso si deve dire della Roma: vincendo l’Europa League sarebbe ammessa di diritto in Champions, coppa che può raggiungere arrivando al quarto posto in campionato.


Per tutte queste ragioni, tutti questi intrecci la corsa all’Europa League è un vero enigma. Se mettiamo dentro anche l’Atalanta si parla di un campionato all’interno dello stesso campionato, con nove squadre per due o tre posti. Facciamo l’ipotesi che il Napoli arrivi ottavo e vinca la Champions, nell’Europa League 2020-21 giocherebbero la quinta, la sesta e la settima del campionato. Decideranno la condizione fisica e atletica di ogni formazione e soprattutto gli scontri diretti che riempiono il calendario della Serie A da oggi al 2 agosto, ultima giornata. Recuperi esclusi, si comincia con Verona-Napoli di martedì prossimo, si prosegue con Milan-Roma di domenica 28, poi Bologna-Cagliari e Verona-Parma del 1 luglio, Atalanta-Napoli (che può avere riflessi anche per la Champions) del 2 luglio, Cagliari-Atalanta e Napoli-Roma del 5. Appunto, un campionato dentro il campionato. Fonte: CdS

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.