Francesco Maglione (avvocato): “Il protocollo dovrà adeguarsi su tre punti”

L'avvocato e dirigente sportivo ai microfoni di calciomercato.it

0

Nel corso di ‘Salotto Fiorentini 21’, diretta social dello Studio Professionale Fiorentini, l’avvocato e dirigente sportivo Francesco Maglione, fa il punto della situazione sulla pandemia e su come si potrebbe riprendere. “Martedì e mercoledì saranno giorni decisivi per il calcio in Italia”.

ALLENAMENTI “Il decreto del Governo che vietava gli allenamenti individuali agli sport di squadra era incomprensibile. Bisogna dar merito a Stefano Bonaccini dell’Emilia Romagna che ha sbloccato la situazione. Dall’assemblea di Serie A è emersa una posizione di compattezza sulla volontà di riprendere a giocare. In questo senso, stiamo per entrare in una settimana decisiva”

CAMPIONATI “Governo e istituzioni del calcio si stanno rimbalzando la palla per decretare chi dovrà prendere la decisione definitiva. Il grande imbarazzo economico che riguarda i club è il famoso pagamento dell’ultima rata dei diritti di trasmissione da parte delle tv. A questo punto, non vedo altre vie d’uscita: l’Esecutivo dovrà assumersi la responsabilità di scegliere”.

PROTOCOLLO – “Il protocollo del calcio dovrà adeguarsi su tre punti focali: il primo riguarda i trasporti, che in questo momento secondo il comitato tecnico scientifico rappresentano una lacuna. Il secondo è rappresentato dalle linee guida da seguire nel caso si palesasse un caso di COVID-19 tra i giocatori, mentre il terzo punto riguarda il ritorno delle partite. Il protocollo è molto approfondito per gli allenamenti, ma è carente per lo svolgimento delle competizioni vere e proprie”.

DECISIONE “Nel caso in cui il protocollo non dovesse essere ritenuto adeguato, il Governo dovrà assumersi la responsabilità di proclamare una sospensione sine die delle competizioni. Credo che questa decisione sarà presa nella giornata di martedì, alla luce del confronto tra i due comitati scientifici, o al massimo il giorno dopo. Questo anche perché ho avuto segnali secondo i quali martedì sera, ultimo giorno utile, dovrebbe essere finalmente varato il famoso decreto legge Aprile, che potrebbe includere anche delle misure economiche di sostegno dedicate al calcio. Avrebbe un senso, quindi, pronunciarsi sul prosieguo dei campionati a partire da quel momento”.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.