Serie A: Ecco i piani per riprendere le attività dei principali club

0

Ecco i programmi, le indicazioni e le scelte delle big di Serie A in attesa che arrivi qualche comunicazione ufficiale sulla possibile ripresa delle attività, allenamenti prima, e successivamente partite.

JUVENTUS

La Juve non comunica la data di rientro dei nove giocatori stranieri attualmente all’estero. I colloqui con i calciatori sono in corso, è probabile che dopo Pasqua possano iniziare i rientri, verosimilmente nel periodo compreso tra il 15 e il 20 aprile

LAZIO

I giocatori della Lazio hanno rispettato le indicazioni della società. Il 10 marzo, giorno del rompete le righe, i dirigenti avevano invitato la squadra a restare a Roma. Così è stato. Si trovano fuori sede soltanto Lulic (infortunato), Lukaku e Proto (questi ultimi due avevano ottenuto dei permessi prima dei blocchi). Il rientro di Lulic in Italia è vicino, ma dovrà continuare la riabilitazione.

INTER

I nerazzurri all’estero sono già stati richiamati e dovranno essere a Milano entro Pasqua. I primi rientri, però, scatteranno già in queste ore, a seconda di quando i giocatori riusciranno a organizzare i voli. Il trasferimento più complicato è quello di Godin, tornato in Uruguay.

ATALANTA

L’Atalanta non solo non ha ancora fissato l’inizio degli allenamenti ma manco sta ponendosi il problema rimandano il tutto a quando effettivamente si inizierà a credere in una ripresa dei lavori.

ROMA

Nessuna comunicazione ancora per i giocatori giallorossi. Il club aspetta le direttive del prossimo decreto e intanto ipotizza di poter conovare i giocatori tra un paio di settimane, tra il 20 e il 25 aprile.

NAPOLI

Riunione quotidiane, via Skype, per cominciare a prevedere un futuro che allo stato non offre ancora orizzonti. De Laurentiis, Giuntoli e Gattuso hanno avuto modo di parlare anche ieri e la ripresa degli allenamenti verrà fissata non appena sarà possibile farlo: sino al 13 aprile c’è il blocco degli allenamenti, per decisione del Governo, e dunque è il caso di attendere eventuali nuovi indicazioni. Altrimenti, se dovesse essere possibile, il Napoli non avrebbe difficoltà a ripartire, essendo i calciatori tutti in città.

MILAN

I giocatori rossoneri sono preallertati per tornare a Milano nel giro di uno o due giorni se si dovesse riprendere dopo il 13 aprile, vale a dire la data finora indicata come ultima del blocco in corso. Fonte: CdS

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.