Mele: “C’era una volta, neanche tanto tempo fa il Napoli”

0

Il giornalista Silver Mele ha analizzato il momento attuale del Napoli dopo il pareggio esterno contro l’Udinese alla Dacia Arena: “C’era una volta, neanche tanto tempo fa il Napoli. Bello e sfrontato, in virtù di un’organizzazione di gioco che, da maniacale nei giorni di lavoro asfissiante a Castelvolturno, diveniva ingranaggio perfetto nelle gare ufficiali. Le tenebre che il corso Ancelotti ha intrapreso dopo Cagliari e Atalanta non hanno alcuna intenzione di diradarsi. Ci vuole che scocchi la scintilla…afferma il tecnico nella sala stampa della Dacia Arena. Dopo l‘ennesima prestazione incolore del suo Napoli. Impalpabile per l’approccio, svuotato di ogni idea ed energia propositiva. E il manifesto del “Non fate mai così…” è tutto nel gol dell’Udinese Lasagna. La squadra si concede alla ripartenza friulana, dopo aver gestito malissimo il timido ed impreciso attacco. Si è scosso perché non poteva fare altrimenti il Napoli. Per rispetto di una superiorità tecnica soppressa nel primo tempo e riemersa alla distanza. A rendere ancora più umile la versione “fiera e poco più” dell’Udinese di Gotti. Non può bastare la cronaca del compitino a chi, Ancelotti in testa, attendeva uno spirito diverso dopo le tribolazioni recenti. Macchè, il Napoli resta tappato, sfilacciato nelle idee e soprattutto nella testa. Le tensioni delle ultime vicende esplodono nel nervosismo di qualcuno, qualche altro corre poco e a testa bassa. Gli interventisti tra i tifosi si dicono stanchi di attendere, convinti che il corso Ancelotti sia bello che finito. Basterebbe il riferimento all’allenatore per escludere o ridurre le responsabilità di un gruppo smarrito, con la testa altrove? Ben oltre indecisione e tentennamenti si andrà martedì sera, subito dopo il match point per gli ottavi di Champions con il Genk a Fuorigrotta”.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.