Piotr Zielineki torna a Udine, dove tutto è iniziato

0

Torna a casa Zielu. Ma non nella sua Polonia – con la nazionale peraltro ne ha fatte 51 (e 6 gol) – bensì in quel di Udine, lì dove il Piotr calciatore ha cominciato a prendere forma, a liberare il suo notevole potenziale. Primissimi passi però nello Zag??bie Lubin, poi a 17 anni in Friuli per centomila euro appena e tutte le carte in regola per svoltare. Partendo dalla Primavera, divorandosi i vari step, tanto da riuscire già a debuttare in prima squadra agli inizi di dicembre del 2012.

BIGLIETTO DA VISITA

Disse di lui Andrea Carnevale, capo scouting bianconero, nonché ex azzurro (vi dice qualcosa la MaGiCa in prima versione?), subito dopo averlo scovato in Polonia: «Quando feci una prima relazione sul suo conto, scrissi: non si capisce se è un destro o sinistro naturale». Il che, si sa, a livello calcistico è un gran bel complimento, un riconoscimento niente male (anche sui siti specializzati alla voce “piede” è specificato “entrambi”). Prerogativa piuttosto rara che Zielinski è riuscito a mantenere inalterata nel tempo. Dopo un paio d’annate a “lievitare” a Udine, passò in prestito all’Empoli nel 2014 e fu vera escalation. Arrivarono presenze e gol a grappoli soprattutto nella seconda stagione, raccogliendo i primi speciali frutti dopo essere stato a lezione da maestro Sarri, mentore poi ritrovato a Napoli.

Fonte: CdS

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.