ESCLUSIVA – G. Gondola (att. Benevento Under 17): “Emozionato nell’aver segnato il gol al Napoli, squadra del cuore”

All'interno l'intervista all'attaccante del Benevento Under 17

0

Il calcio regala giornate importanti sul piano emozionale, come ad esempio il derby Benevento-Napoli, categoria 2003 e in modo particolare all’attaccante Under 17 Gaetano Gondola. Lui ex del match segna, ma non dimentica il suo recente passato, questo e sul momento del calcio italiano ne ha parlato in un’intervista rilasciata a “ilnapolionline.com”.

Domenica pomeriggio hai giocato da ex contro il Napoli Under 17 e segnato il gol del pareggio. Che emozioni hai provato? “Non ti nascondo che ero emozionato nell’affrontare i miei ex compagni e mister Massimo Carnevale. Ho provato una sensazione particolare nel segnare il gol alla squadra per cui faccio il tifo e sulla partita direi che il pari è il risultato più giusto”.

Sei da pochi mesi a Benevento cosa ti ha colpito dell’ambiente sannita in maniera particolare? “E’ vero sono da 4 mesi a Benevento ed ho avuto la conferma di una società davvero organizzata. Qui ci sono ottime strutture, senza contare che è un club che punta sul vivaio e inevitabilmente su noi ragazzi. Penso che qui posso continuare il mio percorso di crescita e cercherò di sfruttare al meglio tutte le occasioni”.

Tornando a parlare del Napoli di Carnevale, dove pensi che possano andare gli azzurri? “Ho avuto l’onore di essere allenato da mister Massimo Carnevale e con lui sono cresciuto sul piano personale. Domenica quando l’ho affrontato gli ho detto che non dimenticherò tutti i suoi insegnamenti. Sulla squadra azzurra dico che anche domenica hanno confermato di avere una rosa competitiva, potevano anche segnare nel finale di partita, perciò hanno i mezzi per potersela giocare contro tutti”.

Adesso il Benevento di mister Formisano quali sono le prossime avversarie? “Domenica avremo un turno di riposo, poi andremo a giocare in Salento contro il Lecce. Sulla carta non sarà una trasferta facile, però andremo in Puglia per dare il massimo ed ottenere il massimo”.

Se analizziamo il momento del calcio italiano c’è stata una crescita generale anche delle varie nazionali giovanili. Cosa ne pensi? “Penso che il livello del calcio italiano sia migliorato davvero tanto, i risultati delle nazionali ne sono una conferma. Un aspetto da non sottovalutare è che i club cominciano a far giocare i giovani titolari, dando a noi più spazio. Questa secondo me è la strada più giusta per poter andare avanti e competere in campo internazionale”.

Intervista a cura di Alessandro Sacco

RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.