ESCLUSIVA – B. Sacco (pres. Torneo degli amici): “Gruppo e correttezza, sono alla base della manifestazione”

All'interno l'intervista al fondatore e presidente del Torneo degli amici

0

Lo sport non è solo competizione e vincere trofei, ma soprattutto amicizia e vogli di cementare il gruppo. E’ il caso del calcio a 5 o come in questa circostanza il calciotto dove da oggi inizierà il Torneo degli Amici. Ilnapolionline.com ha intervistato il presidente e il fondatore della manifestazione Bernardo Sacco.

Il tuo incarico è presidente della squadra calcio di calcio a 5. Mi diresti com’è composta e che torneo da oggi inizierete a fare? “Come hai detto tu, confermo sono il presidente e aggiungo anche l’organizzatore del “Torneo dell’Amicizia”. Mi aiuta tanto il vice nella parte burocratica, per la stampa del calendario e la classifica aggiornata. Io del gruppo sono l’unico che non gioca. Sono in tutto cinque squadre da nove giocatori ciascuno e si va da un’eta di 30 fino ai 50 anni. Per noi è importante cementare il gruppo, siamo tutti amici e parteciperemo a questa manifestazione dove da stasera inizieremo. Sono due sfide ogni venerdì una riposa e dopo dieci giornate ci sono play-off e play-out. Noi giocheremo al Funteam club a Casoria”.

Il calcio a 5 è importante come sport anche come impatto sociale. Cosa pensi in merito? “Per quanto riguarda il sociale, abbiamo un gruppo di persone impiantato nella zona di Napoli e provincia ed ha voglia di divertirsi. Anzi c’è da sottolineare che le persone più esperte della squadra hanno il compito di dire ai più giovani che lo scopo di questo torneo è saper stare in un gruppo e farlo divertendosi. Diversamente si rischia di vivere lo sport nel peggiore dei modi, anche perché arrivare al litigio ti porta all’esclusione del torneo”.

Il nostro ilnapolionline.com come sai segue molto le vicende del Napoli di Ancelotti. Dopo le prime due giornate di campionato, che pensi della compagine azzurra? “Io sul Napoli sono ottimista, la squadra ha certamente mostrato ancora qualche difficoltà sul piano dell’equilibrio, però ha tutto per far bene. Nelle nostre squadre abbiamo anche tre tifosi della Juventus, però siamo un gruppo di amici e quindi condividiamo tutto per il bene della squadra e per cementare il gruppo”.

Le prossime settimane saranno importanti per il Napoli per dare una svolta alla stagione, dove possono arrivare in Italia e in Europa? “Io credo che il Napoli ha i mezzi per poter crescere e quindi poter restare al vertice. E’ chiaro che le sette reti subite portano a dire che la squadra deve trovare il suo equilibrio tattico, ma con il tempo sono certo che si migliorerà in Italia e siamo in attesa anche delle gare di Champions League”.

Lo scorso campionato Sky ha trasmesso le partite di futsal e sono state partite emozionanti. E’ uno sport che sta portando tanta passione anche negli sportivi italiani? “Per me lo sport è sempre bello, calcio a 5, calciotto e anche il calcio femminile, purchè porti armonia e non sfocia nella violenza o nell’esasperazione. Sono d’accordo con te lo scorso campionato di futsal è stato emozionante e certamente è una disciplina che sta regalando tante emozioni agli sportivi e non solo”.

Intervista a cura di Alessandro Sacco

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.