ESCLUSIVA – V. Leccese (oss. Campania A.s. Roma): “Gaetano? Ecco dove può esprimersi al meglio. Il Napoli ha tutto per competere al vertice”

All'interno l'intervista all'osservatore per la Campania dell'A.s. Roma

0

Il campionato di serie A si ferma per gli impegni delle nazionali, però nelle prime due giornate non sono mancati gli spunti per una stagione che si preannuncia interessante. Senza dimenticare che da domenica inizia anche la stagione del settore giovanile dove tra le altre c’è anche il Napoli. Di questo ma non solo ilnapolionline.com ne ha parlato in un’intervista all’osservatore per la Campania dell’A.s. Roma Vicenzo Leccese.

Domenica inizierà ufficialmente la stagione del settore giovanile del Napoli. Cosa ti aspetti dalle tre compagini? “Domenica inizia la stagione del settore giovanile e quindi c’è la curiosità di vedere all’opera delle varie compagini del Napoli. Chi ad esempio ha visto i Giovanissimi 2005 al Trofeo F. Totti, mi ha detto che sono una buona squadra e che può certamente ben figurare. Buona compagine anche l’Under 16, mentre i 2003 mi auguro di vederli quanto prima. Sulla Primavera dico che ha disputato tante amichevoli, test che spesso non dicono sul valore della squadra, ma auguro all’undici di Baronio di fare bene anche quest’anno”.

Il Napoli Primavera di Baronio in Youth League affronterà Liverpool, Austria Salisburgo e Genk. Questa volta sorteggio benevolo che ne pensi? “Questa volta si può dire che il sorteggio è stato positivo per gli azzurrini, sono compagini dove te la puoi giocare per il secondo posto. Lo scorso anno se si escludono alcuni momenti, tutto sommato è stata una stagione positiva per gli azzurrini, mi augurano che possano progredire e salire ancora di qualche gradino sul piano della crescita”

Tu che segui con attenzione le varie nazionali, c’è una crescita delle squadre azzurre secondo te? “Intanto auguro a Nicolato un grosso in bocca al lupo per la sua nuova avventura nell’Under 21 che debutterà oggi pomeriggio. Il suo lavoro negli anni passati nell’Under 19 e 20 è stato positivo e mi auguro che si possa ripetere in questa nuova avventura. L’Under 19 al mondiale c’è l’auspicio che si possa ripetere dopo il secondo posto dell’ultima edizione ed è in un girone con Giappone, Ecuador e Messico, possa giocarsela per passare il turno. Bene ieri pomeriggio l’Under 20 che ha vinto contro la Polonia nel Torneo delle nazioni e quindi c’è una crescita in generale delle varie squadre azzurre”.

Nell’Italia Under 20 ieri ha giocato buona parte del secondo tempo anche Gianluca Gaetano. Secondo te qual è il ruolo dove il classe 2000 può esprimersi al meglio? “A mio avviso Gianluca Gaetano lo vedrei bene come regista davanti alla difesa e sono contento che Ancelotti lo abbia provato in quella posizione per diverse amichevoli. Lui ha i piedi per poter lanciare palla ai compagni e credo che sia adatto anche nel fare la fase difensiva. Del resto nella passata stagione con la Primavera ha ripiegato all’indietro per dare una mano alla squadra. Io credo che lui abbia questo potenziale, anche se in attacco riesce anche a dare il suo meglio. Fossi stato nel Napoli l’avrei mandato a giocare in serie B per farsi le ossa e la giusta esperienza, però comunque allenarsi con giocatori di alto livello può essere per Gianluca altrettanto”.

Da quest’anno sarai l’osservatore della Campania per l’A.S. Roma, come giudichi il lavoro del club giallorosso per il settore giovanile delle passate stagioni? “La passata stagione l’Under 15 della Roma ha vinto lo scudetto, mentre l’Under 17 ha perso solo in finale contro l’Inter, la Primavera di Alberto De Rossi è sempre competitiva per il vertice, quindi il lavoro della società sul vivaio è da considerare positivo. Anche la Lazio negli anni passati si è sempre fatta rispettare e credo che possano essere degli esempi da seguire. Il Napoli ha anche lei un ottimo serbatoio dove puoi attingere per prendere i calciatori del domani e mi auguro che possa continuare su questa strada per competere con le sue squadre”.

Infine sul Napoli di Ancelotti cosa ne pensi? Ha i mezzi per poter competere su più fronti dopo il mercato estivo? “Se si analizza il mercato fatto dal Napoli e dai giocatori in rosa, direi che è stato fatto un lavoro molto positivo. La squadra è forte e sono arrivati giocatori di esperienza e giovani interessanti. Senza dimenticare che Ancelotti è un ottimo allenatore che darà certamente il suo contributo alla squadra sul piano tattico e non solo. Di Lorenzo? E’ un ragazzo dal grande potenziale, ha fatto la gavetta e nelle prime giornate ha mostrato davvero di saperci stare in una grande compagine come quella azzurra. Vanno trovati ancora gli equilibri però sono ottimista sulla stagione dei partenopei”.

Intervista a cura di Alessandro Sacco

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.