Montella: “Le statistiche del Napoli? Mi viene un po’ di mal di testa”

Queste le parole dell'Aeroplanino alla vigilia della gara del Franchi

0

Alla vigilia della sfida tra Fiorentina e Napoli, il tecnico gigliato Vincenzo Montella ha parlato in conferenza stampa: La società sta lavorando benissimo. Sono arrivati giocatori certi come Pulgar e Badelj anche se avrebbero bisogno di esterni diversi, ci stiamo lavorando. Servono esterni più difensivi. Il calendario non ci aiuta anche se non è un alibi. E’ un dato di fatto. Come si ferma il Napoli? Mi fa piacere che sia la seconda domanda. E’ la squadra che ha cambiato meno mentre noi siamo quelli che hanno cambiato di più. E’ una squadra che fa una media di 80 tiri a partita. E’ una partita difficile perché se penso alle statistiche dei gol del Napoli mi viene un po’ di mal di testa. Ribery giocherà? E’ indietro ma mi ha convinto alla prima parola. Ha voglia di essere competitivo e dare una mano ai giocatori. Io lo porterò e spero che ci sia la possibilità di farlo giocare. Vlahovic o Boateng?  Vlahovic ha la mia stima dall’anno scorso ma le domande da porsi sono molte. A me piace che il 9 faccia gol, se non può farli il 9 devono farli gli esterni. Abbiamo esterni bravi che però hanno segnato pochi gol. Non ha la doppia cifra nelle corde, dobbiamo ancora lavorare in attacco. Lotta Scudetto? Le più forti sono sempre più forti mentre le medie si sono livellate verso l’alto. Il Napoli può lottare per lo scudetto. Ha aggiunto Manolas e Lozano e forse un’altra punta. L’Inter, anche grazie a Conte, credo che sia molto competitiva. I propositi? Avere un’identità e arrivare alle vittorie. Vogliamo che i tifosi si possano identificare nella squadra che tifano”.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.