Liga: Al San Mamés Espanyol e Bilbao si dividono la posta in gioco

I rojiblancos subiscono la rete di Ferreyra ma reagiscono nella ripresa

0

Venerdì 8 marzo ore 21:00

Athletic Bilbao-Espanyol 1-1 Ferreyra (E) 9′, R. Garcia (A) 80′

 

 

Primo tempo. I baschi al San Mamés proveranno a sfruttare il fattore campo per staccare le ultime della classe, mentre i catalani a pari merito con i rojiblancos cercano il sorpasso. Sin dalle prime battute l’Espanyol prova ad amministrare il possesso palla e al 9′ sul cross di Wu Lei il più lesto è Facundo Ferreyra che da due passi sblocca il punteggio, la replica del Bilbao arriva al 22′ col colpo di testa di Inaki Wiliams sugli sviluppi di un piazzato ma la sfera esce di un soffio. I padroni di casa prendono campo a provano a gestire il pallone alla ricerca del goal mentre i catalani ripartono negli spazi, al 41′ Susaeta aggancia la sfera dal limite e calcia a giro ma Diego Lopez con un gran riflesso salva i suoi chiudendo i primi 45 minuti sull’1-0 in favore dell’Espanyol.

 

 

Secondo tempo. Nella ripresa l’Atlhetic cerca il pareggio col tiro a giro di Raul Garcia alto di un soffio, al 59′ replica l’Espanyol con la rasoiata angolatissima di Lei Wu ma il pallone sfiora il palo a portiere battuto. Al 67′ Susaeta si incunea in area di rigore e incrocia cercando il palo più lontano ma il pallone termina largo di un soffio, col passare dei minuti il Bilbao provano ad attaccare a testa bassa e all’80’ Ibai mette in mezzo un pallone perfetto per l’inserimento di Raul Garcia che di testa anticipa tutti siglando l’1-1. Nel finale nessuna delle due squadre riesce a segnare il goal vittoria così al triplice fischio la gara termina in parità.

 

 

Classifica provvisoria: evidenziate le squadre con una gara in più

Barcellona 60-Atletico Madrid 53-Real Madrid 48-Getafe 42-Alavés 40-Siviglia 37-Valencia 36-Betis 36-Real Sociedad 35-Athletic Bilbao 34-Espanyol 34-Eibar 34-Leganés 33-Girona 31-Levante 30-Valladolid 26-Celta Vigo 25-Villarreal 23-Rayo Vallecano 23-Huesca 22

 

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.