Liga: Il Real Madrid torna a vincere, mentre Iago Aspas è il Re dei Bomber!

Le merengues battono il Valencia, mentre il 10 del Celta vola a quota 10 reti

0

Sabato 1 dicembre ore 13:00

Celta Vigo-Huesca        2-0 Aspas (C) 38′ 77′

Ore 16:15

Valladolid-Leganés      2-4 Siovas (L) 11′, Oscar (L) 42′, Toni (V) 50′, Carrillo (L) 66′ 75′, Unal (V) 94′

Ore 18:30

Getafe-Espanyol            3-0 Molina (G) 55′, Mata (G) 65′, Antunes (G) 80′

Ore 20:45

Real Madrid-Valencia 2-0 Wass (R) aut. 8′, L. Vazquez (R) 83′

 

Celta Vigo-Huesca. I galiziani dopo la sconfitta subita ad Anoeta contro la Real Sociedad cercano l’immediato riscatto, mentre gli ospiti fanalino di coda della Liga proveranno a sbancare il Balaìdos. Il primo brivido arriva all’8′ col colpo di testa di Christian Rivera largo di un soffio, la replica galiziana arriva al 19′ col missile terra-aria di Boufal ma il pallone si spegne sul fondo di pochissimo. Il Celta alza il pressing e al 38′ Iago Aspas segna da 0 metri sfruttando la bellissima azione personale sulla destro di uno scatenato Mallo, nel finale di tempo non arriva la reazione dell’Huesca così si va negli spogliatoi sull’1-0 Celta. Nel secondo tempo gli ospiti provano a reagire ma la difesa di casa chiude tutti gli spazi, al 70′ Mendez cerca il raddoppio con un gran tiro ma Jovanovic con un volo plastico nega la gioia del goal al giocatore del Celta. Al 77′ però l’Huesca è costretto a capitolare con la seconda rete dell’incontro di Iago Aspas che supera con una magia il diretto marcatore e solo davanti al portiere non perdona, nel finale i galiziani amministrano il vantaggio fino al triplice fischio salendo così a 17 punti con Iago Aspas che si porta in testa alla classifica cannonieri con 10 reti come Stuani del Girona. 

 

Valladolid-Leganés. I padroni di casa in corsa per un posto in Europa League cercano i 3 punti spinti dalla propria gente, mentre i pepineros con sole 2 lunghezze di vantaggio sulla zona retrocessione vogliono aumentare il distacco conquistando la vittoria. Al primo vero affondo il Leganés sblocca il match col colpo di testa in torsione di Siovas sugli sviluppi di un angolo, gli albivioletas faticano a riorganizzarsi così il pallino del gioco resta saldamente tra le mani dei pepineros. Al 37′ Oscar si libera al tiro cercando l’angolino ma il pallone termina sul fondo di un niente, passano 5 minuti e proprio il 27 madrileno prima impegna Masip con un destro potentissimo e poi è il più lesto di tutti ad avventarsi sulla respinta raddoppiando le marcature di testa così si va a riposo sul 2-0 pepinero. Nei secondi 45 minuti il Valladolid accorcia le distanze col tap-in vincente di Toni che ribadisce in rete la respinta del palo sul tiro precedente di Nacho, al 66′ però Masip combina un disastro ritardando il rinvio così Carrillo in pressione riesce ad anticipare il portiere di casa siglando il 3-1 in scivolata. Il tris madrileno piega le gambe del Valladolid e al 75′ arriva anche il poker pepinero con la doppietta di Carrillo che di testa svetta più in alto di tutti siglando il poker, nel finale i padroni di casa mettono a segno il goal del definitivo 4-2 con Unal ma la rete serve solo a rendere meno amara la sconfitta.

 

Getafe-Espanyol. I madrileni al Coliseum Alfonso Perez proveranno a far valere il fattore campo puntando ad un posto in Europa League, mentre l’Espanyol sorprendentemente in corsa per la Champions League vuole continuare a sorprendere. Il primo pericolo arriva al 9′ col tiro di Piatti dalla lunetta ma la sfera termina sul fondo non di molto, il Getafe replica al 15′ col destro di prima intenzione di Jorge Molina ma anche la punta ospite difetta in precisione. L’Espanyol prova a prendere in mano le redini del gioco e al 28′ sfiora il vantaggio col siluro dalla media distanza di Didac Vila ma Soria in volo blocca la sfera, nel finale di tempo il match non si sblocca così si va a riposo al duplice fischio sullo 0-0. Nella ripresa il Getafe alza sensibilmente il proprio baricentro e al 55′ si porta in vantaggio con Jorge Molina che è abile nell’aggirare il diretto marcatore e segnare col mancino, i catalani vanno in confusione e al 65′ i madrileni raddoppiano con Mata che da due passi trasforma l’assist di Arambarri. Gli ospiti sono padroni del campo e all’80’ chiudono definitivamente i giochi col missile terra-aria di Antunes che s’insacca nell’angolino per il 3-0 che chiude la sfida con la vittoria del Getafe.

 

Real Madrid-Valencia. I blancos al Bernabeu cercano riscatto dopo il netto 3-0 subito ad Ipurùa per mano dell’Eibar, mentre i valenciani rientrati nella bagarre per un posto in Europa League cercano il colpaccio nella Madrid Madridista. Il primo pericolo arriva al 2′ col sinistro al volo di Benzema sul cross di Bale largo di un soffio, il forcing blanco porta al goal con l’autorete di Daniel Wass sul cross di Carvajal all’8′. Dopo il vantaggio il Real continua a spingere gestendo la sfera mentre la difesa del Valencia chiude gli spazi e riparte, al 29′ Bale riceve palla da posizione defilata e incrocia col sinistro ma Neto nega la gioia del goal al gallese. Nel finale di tempo continua il possesso palla merengue ma al duplice fischio del direttore di gara si va a riposo sull’1-0 madrileno. Nella ripresa il Valencia sfiora il pareggio al 53′ col destro a incrociare di Santi Mina alto di pochissimo, col passare dei minuti il Real attacca cercando il raddoppio e al 72′ Asensio si divora il goal centrando in pieno un difensore avversario. Passano 6 minuti e dopo un batti e ribatti al limite Batshuayi si presenta solo davanti a Courtois col portiere belga autore di un intervento prodigioso che salva i blancos, all’83’ a seguito di un contropiede fulmineo i padroni di casa chiudono il match col definitivo 2-0 di Lucas Vazquez che da distanza ravvicinata incrocia col sinistro regalando al Real Madrid la vittoria davanti i propri tifosi.

 

Classifica provvisoria: evidenziate le squadre con una gara in più

Siviglia 26-Barcellona 25-Atletico Madrid 24-Alavés 23-Real Madrid 23Espanyol 21Getafe 20-Girona 20-Real Sociedad 19-Levante 18-Eibar 18-Celta Vigo 17Valencia 17Valladolid 17Leganés 16-Betis 16-Villarreal 14-Athletic Bilbao 11-Rayo Vallecano 10-Huesca 7

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.