Liga: L’Espanyol batte l’Huesca salendo al secondo posto!

Gli azulblancos ora sono secondi a -1 dai cugini del Barcellona

0

Domenica 21 ottobre ore 12:00

Rayo Vallecano-Getafe 1-2 Foulquier (G) 63′, Akieme (G) aut.67′, De Tomas (R) 73′

Ore 16:15

Eibar-Athletic Bilbao    1-1 Charles (E) rig.17′, Williams (B) 21′

Ore 18:30

Huesca-Espanyol            0-2 Iglesias (E) 41′ 65′

Ore 20:45

Betis-Valladolid              0-1 Antonito (V) 36′

 

Rayo Vallecano-Getafe. I padroni di casa tra le mura amiche cercano i 3 punti per superare in classifica le dirette concorrenti, gli azulones però dopo un inizio stentato sono alla ricerca di maggiore continuità e puntano a vincere questo derby. In avvio gli ospiti si rendono pericolosi col rasoterra di Arambarri ma Garcia in tuffo sventa la minaccia, la replica dei padroni di casa arriva al 23′ con Trejo che servito a tu per tu col portiere si lascia ipnotizzare da Soria sprecando tutto. Nel finale di tempo nessuna delle due squadre riesce a portarsi in vantaggio così si va a riposo sullo 0-0. Nella ripresa il Getafe alza sensibilmente il proprio baricentro e al 63′ sblocca il match con Foulquier che di testa capitalizza a pieno il cross di Antunes, il match si accende e 4 minuti più tardi arriva anche il raddoppio degli azulones con l’autorete di Akieme che beffa Garcia nel tentativo di anticipare Molina. Il Rayo replica al 73′ col destro al volo di De Tomas che supera Soria accorciando le distanze, la rete dei padroni di casa però non produce altre occasioni così al triplice fischio il Getafe si aggiudica il derby madrileno salendo a 12 punti mentre il Rayo resta fermo a 5.

Eibar-Athletic Bilbao. Gli armeros dopo la bella vittoria in trasferta contro il Girona cercano altri punti nel derby basco per alimentare il sogno europeo, mentre gli ospiti in piena lotta salvezza non possono perdere altro terreno per strada. L’Eibar prova a spingere sin da subito e all’8′ Diop dai 20 metri calcia a botta sicura sfiorando il palo, il forcing dei padroni di casa continua e al 16′ l’arbitro assegna un rigore in favore degli armeros che Charles non sbaglia spiazzando Herrerin. La reazione rojiblanca arriva 4 minuti più tardi col pareggio di Inaki Williams che servito sul filo del fuorigioco infila Riesgo con un preciso destro, col passare dei minuti entrambe le squadre faticano a rendersi pericolose così al duplice fischio si va negli spogliatoi sull’1-1. Nella seconda frazione gli armeros cercano il nuovo vantaggio con Ruben Pena al 66′ ma il tiro a giro del giocatore di casa viene respinto da Herrerin con un super intervento, col passare dei minuti il ritmo di gioco cala vistosamente con pochissime azioni degne di nota. Nel finale di gara nessuna delle due squadre riesce a portarsi in vantaggio così al triplice fischio il derby basco termina in parità.

Huesca-Espanyol. La formazione di casa proverà a sfruttare il calore del pubblico amico per abbandonare l’ultimo posto in classifica, mentre i catalani in piena lotta per un posto in Europa non intendono cedere il passo. Sin dai primi minuti regna l’equilibrio con entrambe le squadre ben messe in campo, col passare del tempo l’Espanyol fa girare palla ma per vedere un’occasione degna di nota dobbiamo aspettare il 41′ quando Iglesias da due passi sblocca il punteggio finalizzando l’assist di Vila. Nel finale di tempo non arriva la reazione dell’Huesca così si va negli spogliatoi sull’1-0 catalano. Nel secondo tempo continua il forcing azulblanco con ben 2 reti annullate per offside prima a Sergio Garcia e poi a Iglesias nel giro di un paio di minuti, al 65′ però arriva il meritato raddoppio dell’Espanyol con la doppietta di Iglesias che lanciato in campo aperto supera con lo scavetto Jovanovic. Nel finale di gara la formazione ospite amministra il doppio vantaggio fino al fischio finale che sancisce la vittoria dell’Espanyol che sale a 17 punti portandosi a -1 dai cugini del Barcellona capolista.

Betis-Valladolid. Gli andalusi al Villamarìn cercano la vittoria per rimanere in scia alle squadre in lotta per un posto in Champions League, d’altro canto gli ospiti che non intendono lasciare punti per strada cercano il colpaccio. I padroni di casa gestiscono il possesso palla e all’11’ Takashi Inui si accentra e calcia a giro col destro mancando la porta di pochissimo, passano 5 minuti e Bartra ci prova di testa sugli sviluppi di un corner ma l’ex Barcellona manca il bersaglio. Col passare dei minuti il Valladolid alza il proprio baricentro e al 36′ sblocca il punteggio col destro a incrociare di prima intenzione di Antonito sul perfetto cross di Toni, nel finale di tempo non arriva la reazione andalusa così si va a riposo sull’1-0 ospite. Nella ripresa il Valladolid prova ad amministrare il vantaggio mentre il Betis fatica a rendersi pericoloso, al 64′ Sergio Leon scatta sul filo del fuorigioco e calcia a giro sul fondo. Col passare dei minuti il ritmo non aumenta e per vedere un’occasione degna di nota dobbiamo aspettare l’82’ col tiro dalla media distanza di Boudebouz alto di poco, nel finale di gara gli andalusi non riescono a rientrare in partita così al triplice fischio il Valladolid sale a 15 punti.

 

Classifica provvisoria: evidenziate le squadre con una gara in meno

Barcellona 18-Espanyol 17-Alavés 17-Siviglia 16-Atletico Madrid 16-Valladolid 15-Real Madrid 14-Levante 13-Getafe 12-Betis 12-Real Sociedad 11-Eibar 11-Celta Vigo 10-Valencia 10-Villarreal 9-Girona 9-Athletic Bilbao 8*-Leganés 8-Rayo Vallecano 5*-Huesca 5

*Gara da recuperare il 24 ottobre alle ore 19:00

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.