RIVIVI LIVE KKN – Verdi: “Ho detto “sì” al Napoli nonostante avessi altre offerte”

0

Premere f5 per gli aggiornamenti

“A gennaio non ho rifiutato il Napoli, ma detto “sì” al Bologna che mi ha dato fiducia nonostante non avessi fatto bene in precedenza. Mi sembrava doveroso restare, poi a giugno ho accettato Napoli nonostante avessi altre offerte. La città ci sta accogliendo bene: all’inizio abbiamo avuto qualche problema di adattamento perché Napoli è una città differente dalle altre. Adesso ci siamo abituati e viviamo la città in maniera bella e spensierata”.

“Piede preferito? Il mancino. Ruolo? Ho la fortuna di interpretare più ruoli, poi ognuno ha le sue preferenze. In questo momento va bene tutto, vediamo poi in futuro dove mi schiererà il mister”.

“Sarei ipocrita a non dire che penso alla Nazionale, ma penso a fare bene col Napoli, poi la convocazione sarà una conseguenza”.

“Dopo la sosta sarà un momento importante perché affronteremo squadre difficili. Non è facile affrontare l’Udinese in casa, poi PSG-Napoli sarà importantissima: conterà non perdere, sarà un test per capire quanto siamo cresciuti. Non dimentichiamoci che, in estate, perdemmo 5-0 contro il Liverpool: adesso siamo cresciuti e non dobbiamo tornare indietro”.

“Il gruppo è stato una sorpresa per me: nonostante ci siano molti campioni, i ragazzi sono di un’umiltà sorprendente”.

Sono stato allenato da allenatori importanti come Sarri, Donadoni ed ora Ancelotti, che mi hanno arricchito”.

“Gol in Torino-Napoli? E’ stato il mio primo in azzurro, l’azione è nata in modo naturale. Poi l’ho segnata ad una mia ex squadra”.

“Napoli vi ha rapiti? Siamo una coppia a cui piace vivere la città. Anche a Bologna eravamo partecipi. Napoli è una città nuova e, quando abbiamo del tempo, ci piace girarla. Siamo ragazzi a cui piace arricchirci. Io nel presepe? E’ una cosa nuova, in questo momento stiamo vivendo Napoli in maniera positiva”.

“Il primo gol in Serie A l’ho segnato al San Paolo: lo ricordo bene”.

“Ancelotti tiene tutti sulle spine, dà la possibilità di giocare e ciò va sfruttato: finora l’hanno fatto tutti”.

“E’ stata una settimana bellissima: venivamo dalla sconfitta contro la Juve, ma contro il Liverpool ci siamo rialzati subito. E’ stata un’emozione che mi porterò dentro per tutta la vita. Poi proseguita perfetta con la vittoria sul Sassuolo, partita complicata contro una squadra che ha messo in difficoltà l’Inter. Non era facile, siamo stati bravi ad aprirla presto e a chiuderla con Insigne. Ciò significa che chi entra dà sempre il suo apporto”.

A partire dalle ore 13,00 è attesa l’intervista esclusiva eseguita da Valter de Maggio a Simone Verdi. Non perderla seguila con noi.

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.