Fabio Cannavaro: “Mi sistemavo nei pressi delle bandierine degli angoli. Ecco perchè…”

0

Fabio Cannavaro, il Napoli dello scudetto l’ha vissuto da giovanissimo nelle schiere del club azzurro, e a Il Mattino ha raccontato come ha vissuto quegli anni e l’emozione di veder giocare quel Napoli.

“Chiedevo ripetutamente a mister Scarpitti di essere convocato come raccattapalle. Volevo vivere da vicino l’emozione delle partite di Maradona, Giordano, Carnevale, Bruscolotti, Ferrara”.
Vicino quanto?
Mi sistemavo nei pressi delle bandierine degli angoli, tra la Curva A e i Distinti o la Tribuna laterale”.
Perché in quei punti?
Perché Maradona andava a battere gli angoli e io volevo fotografarlo. Mettevo nella tasca della tuta la macchinetta con il rullino e scattavo, scattavo… Ogni partita diventava una collezione per il mio album”.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.