T. Damascelli: “Insigne profeta in patria. Ecco perché non mi piace l’accostamento con Vinicio…”

0

Tony Damascelli è intervenuto nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” sulle frequenze di Radio Crc: “C’è una cosa che non riesco a capire degli allenatori contemporanei: perché dopo un minuto cominciano a scrivere? Ormai va di moda, i grandi allenatori non lo fanno. Sarri è un grande professionista, non mi piace l’accostamento con Vinicio, per il semplice motivo che ciò che fece Vinicio da calciatore rimarrà nella storia del grande calcio. Sarri sta dando gioco alla squadra, personalità, ieri gli unici titolari non sono stati i migliori, migliorano tutti di partita in partita. Insigne sta dimostrando di essere profeta in patria, abbiamo enorme bisogno di ragazzi che si realizzano nella propria terra; Gabbiadini se fosse straniero sarebbe titolare, è una delle grandi speranze del calcio azzurro.
Le partite in Italia sono tutte ostiche se non si affrontano nel modo giusto, ma non è il caso del Napoli perché Sarri è uno che non dà nulla per scontato, non ci sarà insidia con l’Udinese. Il fatto di giocare tre giorni dopo la coppa non sarà un problema, anzi io il giovedì farei giocare molti titolari perché quello è il migliore allenamento.
Jorginho è pronto per la nazionale”.

Factory della Comunicazione

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.