Juventus, nella manovra stipendi confluiscono anche le plusvalenze: i dettagli

Al vaglio degli inquirenti anche la posizione delle società con cui sono stati concluse le operazioni

0

Piove sul bagnato in casa Juventus: nel fascicolo della manovra stipendi, che si chiuderà il 29 gennaio, è confluita anche l’indagine partita il 22 dicembre su quelle plusvalenze non ancora analizzate. Sotto esame anche la posizione delle società coinvolte nelle operazioni con i bianconeri. L’ampiezza del corpo d’accusa potrebbe portare il Procuratore Chiné a chiedere una proroga di 40 giorni: oltre all’inchiesta Prisma, anche i mandati fittizi agli agenti per pagare i debiti pregressi individuati dalla Procura di Torino. L’attenzione sulla Juventus (unica società indagata al momento) è giustificato da quello che viene ritenuto un comportamento scorretto in materia di gestione finanziaria, che rimanda all’articolo 31 del codice e anche all’articolo 4 relativo alla slealtà, oltre al 6. In attesa delle motivazioni che hanno portato ai 15 punti di penalizzazione, la società bianconera ha fatto sapere che presenterà ricorso al Collegio di Garanzia del Coni, dopo aver fatto presente alla Corte Federale D’Appello il travisamento dei risultati delle intercettazioni, sostenendo anche l’illegittimità del ricorso della Procura perché fuori tempo massimo, sebbene continui a lavorare su un fascicolo unico mostrandosi tranquilla.

Factory della Comunicazione

Fonte: Sky Sport

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.