ESCLUSIVA – S. Verga (pres. Como Women): “La serie A? Saremo una Cenerentola che poi si trasformerà in principessa”

Il presidente del Como Women ai nostri microfoni tra presente e futuro

0

Il campionato di serie B femminile è terminato con la promozione in massima serie A del Como di mister de la Fuente. La squadra lombarda ha coronato una lunga rincorsa al Brescia e domenica c’è stata la festa allo stadio “Sinigaglia”. Ilnapolionline.com ha intervistato il presidente del Como Women Stefano Verga.

Domenica avete conquistato la promozione in serie A. Quando secondo te c’è stata la svolta in campionato? “La squadra quest’anno ha spesso giocato un ottimo calcio e c’era lo spirito giusto. Dopo la sconfitta di Brescia al minuto 94, dopo che noi prima della rete delle leonesse, avevano colpito un palo. Nelle settimane successive avevamo perso le due gare casalinghe, accusando il colpo a livello psicologico, pur facendo sempre delle buone prestazioni. Da quel momento, avendo 8/9 punti per gli scontri diretti contro il Brescia a sfavore, abbiamo puntato sul vincerle tutte e 10, senza sapere i risultati delle nostre rivali. Credo che questo sia stato il nostro segreto per ottenere un risultato così importante”.

Rispetto alla passata stagione quali sono stati gli ingredienti vincenti per il raggiungimento del traguardo della serie A? “Credo che quest’anno ci siano stati diversi ingredienti davvero importanti. Il primo è l’aver avuto un ottimo staff tecnico, con una squadra che ha mostrato sin dal primo giorno gran compattezza. Il motto è stato uno per tutti e tutti per uno, remare dalla stessa parte e giocare un bel calcio. Della passata stagione, preferisco non parlare, quello che conta è l’aver conquistato il traguardo della serie A, dove si è ragionato in maniera compatta e unita”.

Da Luglio il calcio femminile passerà al professionismo. Cosa ti aspetti in generale dalle Istituzioni e non solo? “Mi aspetto sicuramente che le Istituzioni del calcio ci diano una mano sotto tanti aspetti. Chi come noi hanno conquistato la promozione, un forte sostegno economico per poter crescere nella massima serie. Ovviamente che ci sia ancora più competitività e puntare a migliorare il movimento sotto tanti aspetti”.

Cosa ne pensi degli acquisti di Parma e Ternana ai danni dei titoli sportivi dell’Empoli Ladies e Pink Sport Bari? Il Bari mi dispiace che non farà più parte del calcio femminile. Stesso discorso vale per l’Empoli Ladies che si è ben comportata quest’anno ma non solo in massima serie. Mi auguro ovviamente che con questi passaggi di proprietà ci sia una crescita del movimento, ma questo lo sapremo nei prossimi mesi.

Infine quali sono le prospettive del Como Women per la prossima stagione in serie A? “Le ragazze e lo staff tecnico sanno benissimo che noi saremo uno dei pochissimi club che non saranno affiliati con il maschile. Noi saremo una Cenerentola che si trasformerà in una splendida principessa e le calciatrici le considero tali. Cercheremo di dare il massimo e onorare al meglio il campionato”.

Cercherete di emulare il campionato fatto quest’anno dal Pomigliano femminile? “Esattamente come hai detto tu. Il Pomigliano ha disputato un ottimo campionato, infatti faccio i complimenti al d.s. Biagio Seno e a tutti i componenti del club campano, perché si sono saputi distinguere al meglio in massima serie A. Finalmente ci affronteremo la prossima stagione e si proverà ad ottenere il massimo”.

Intervista a cura di Alessandro Sacco

RIPRODUZIONE RISERVATA ®

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.