La moviola di Edmondo Pinna: Karasëv, notte  da dimenticare l’1-3 da annullare

Il VAR dà una mano a Karasev sul rigore su Osimhen per il fallo di Ter Stegen

0

C’è un errore nella notte tutta particolare del russo Sergej Karasëv, 42 anni (Il Cds vota 5), 83 gare tutto compreso in ambito Uefa, in quella che – visto il drammatico scenario internazionale causato dalla sua Russia – potrebbe essere l’ultima partita diretta a livello internazionale, almeno al momento. La rete dell’1-3 realizzata da Piquè, infatti, poteva essere annullata. Ha avuto bisogno di un aiuto dal VAR (l’olandese van Boekel) sul rigore assegnato al Napoli. Ok annullare la rete di Insigne: offside. Ok il gol dello 0-2: Rrahmani rimette in gioco Fernand Torres. 

 

Factory della Comunicazione

DA ANNULLARE 

 

Al momento del tiro di Piquè, che si infilerà alla sinistra di Meret, davanti al portiere del Napoli c’è in posizione geografica di fuorigioco Aubameyang: perché diventi punibile, il blaugrana deve interferire con la capacità d’intervento di Meret, ostruendo la linea di visione. Infrazione abbastanza chiara, anche se il pallone sfila tutto verso sinistra: al momento del tiro, infatti, il portiere azzurro è molto accucciato, nel tentativo di vedere attraverso le gambe dell’avversario il pallone: errore.  

 

AIUTINO 

 

Aiutino da Van Boekel sul rigore assegnato al Napoli: Ter Stegen escesu Osimehn e lo mette giù, colpendolo con la gamba sul piede destro. Un intervento che Karasëv punisce con la punizione dal limite, ma avrebbe dovuto vedere in campo (è ben messo) che il fallo avviene dentro. Corretto il non giallo: è una SPA (Stopping a Promising Attack) depotenziata (come il rosso per il portiere in chiara occasione viene derubricato a giallo, così il giallo per SPA finisce per essere nulla). 


VAR: Van Boekel 6,5 
Fa quello che deve. 

 

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.