Lorenzo Insigne e l’omaggio di tifosi Vip di Napoli: i realisti

0

Con filosofia la prende invece l’indimenticabile guerriero azzurro, Salvatore Bagni. «Si sapeva da tempo – spiega il fraterno amico di Maradona non si arriva a gennaio per decidere su un giocatore che va a scadenza di contratto. Lorenzo di sicuro va via con la morte nel cuore, resterà ancora 6 mesi e speriamo vada via con un trofeo in bacheca. C’è da apprezzare che lui non sia andato a giocare nel campionato italiano, almeno così non giocherà contro il Napoli, ma la società ha fatto delle valutazioni corrette che ora valgono per tutti i club, anche se fossi stato io il direttore sportivo non avrei potuto fare altrimenti perché la linea della società è chiara».

Amareggiato è invece l’imprenditore Gianni Lettieri. «Credo dobbiamo smetterlaspiegacon il vizio di prendercela con chi se ne va e non a chi fa andare via i calciatori. I conti della società li conosce solo De Laurentiis, se poteva trattenerlo e non l’ha fatto ha sbagliato, altrimenti è giusto così, ma credo che neanche Aurelio aveva voglia di tenerlo, anche perché quando vuole qualcosa se la prende».

Premi qui per altre notizie

Fonte: Valentino Di Giacomo (Il Mattino)

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.