Di Lorenzo nel post gara: “Nessun alibi, ma nessun dramma”

0

Di Lorenzo parla del match perso contro lo Spartak Mosca e rivolge lo sguardo con fiducia all’ultima partita del girone contro il Leicester, quella del 9 dicembre al Maradona in cui si deciderà la qualificazione. «Non sta succedendo niente di particolare: nella prima parte di partita non abbiamo fatto bene, forse il rigore l’ha condizionata. Nel secondo tempo abbiamo espresso il nostro gioco e per le occasioni create meritavamo almeno il pareggio. La gara d’andata è stata condizionata dall’espulsione, anche se in realtà non meritavamo di perderla. Con lo Spartak abbiamo perso due gare di fila, ma sappiamo qual è il nostro percorso e dove vogliamo arrivare. Adesso ce la giocheremo nell’ultima partita», spiega il terzino, unico sempre presente in tutte le partite dal primo all’ultimo minuto, che parla anche delle tante assenze in questo periodo. «Le assenze sono pesanti ma questa cosa ci deve responsabilizzare tutti e dare qualcosina in più. Dispiace, abbiamo avuto una buona reazione ma potevamo fare meglio. La qualificazione? Certo che ci crediamo». Sulla sconfitta di Mosca non cerca alibi per le condizioni metereologiche: la partita si è giocata a zero gradi e sotto la neve. «Sicuramente c’è una differenza tra Napoli e qui, c’è stato un pochino di adattamento all’inizio ma poi queste cose devono scomparire. Il campo era un pochino pesante, ma lo era anche per loro. Eravamo venuti qua per provare a chiudere il discorso qualificazione, ora dobbiamo giocarci tutto nell’ultima gara in casa». E ora testa alla Lazio, che oggi sarà impegnata in Europa League proprio a Mosca contro la Lokomotiv: «La Lazio? Veniamo da una sconfitta in campionato, ma non facciamo drammi. Siamo ancora primi in classifica e vogliamo continuare a fare il nostro gioco ed esprimere la nostra qualità».

Fonte: Il Mattino

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.