Pochi dubbi di formazione per il Verona, ma Juric mischia le carte

0

Dubbi Juric ne ha. Pochi, ma cerca di mascherarli per poter confondere le carte sul tavolo. «Tameze ha recuperato, abbiamo fatto bene a non rischiarlo nelle ultime gare perché siamo riusciti a riaverlo in poco tempo. Con lui in mezzo e Barak sulla trequarti abbiamo fatto passi in avanti nelle settimane precedenti e voglio dare continuità di prestazioni, trovare sicurezze. Vieira ha iniziato ad allenarsi con la Primavera perché rientra da un infortunio. Ceccherini ha iniziato a fare qualcosa, quando hai un tendine infiammato non sei mai al massimo ma vediamo se possiamo utilizzarlo contro il Napoli. A destra giocherà Faraoni, a sinistra non ho ancora deciso».
Il mercato, però, potrebbe aiutarlo nelle scelte offensive: Lasagna è il nome più caldo sulla lista veronese, anche se con gli azzurri toccherà a Kalinic. «Lui e Di Carmine insieme possono essere un’idea, ma dipenderà dalla partita» ha spiegato Juric. Pronto a riabbracciare Sturaro: «Arriva infortunato, ci vorrà tempo per recuperarlo pienamente, quindi penso che per questa e la prossima non sarà utilizzabile. Ha fatto tre anni alla Juventus e quando fai tre anni alla Juventus, pur non essendo sempre titolare, vuol dire che sei un giocatore importante». Fonte: Il Mattino, G. Arpaia.

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.