Calciomercato: Il prestito è la formula che più piace ai club

0

BOOM DEI PRESTITI

SERIE A – Scambi, caccia ai parametri zero. E poi ovviamente tanti, tantissimi prestiti. Pure pluriennali. A parte in Francia (controtendenza con il -1,6% sul 19% complessivo), ogni lega ha visto il boom dei prestiti. In Italia, specialmente, a un certo punto per completare gli organici delle grandi squadre, quella dei prestiti con diritto o obbligo di riscatto è sembrata praticamente l’unica via. Basti pensare alle operazioni:

  • Chiesa, McKennie e Morata per la Juve,
  • Darmian per l’Inter,
  • Bakayoko per il Napoli,
  • Tonali, Diaz e Dalot per il Milan,
  • Borja Mayoral e Kumbulla per la Roma,
  • Hoedt e Pereira per la Lazio,
  • Romero, Depaoli, Piccini e Mojica per l’Atalanta.

In tutto la serie A ha visto il 40,8% dei trasferimenti avvenire in prestito, registrando un +12,9% rispetto al 2019. In Bundesliga aumento dei prestiti del 9,7% fino al 31,5% del totale, in Premier +7,7% e 21,3% del totale, in Liga +6% e 32,5% del totale. Una soluzione o una toppa, che forse rimanda solo il problema, perché poi tanti di quegli stessi prestiti dovranno trasformarsi in trasferimenti a titolo definitivo. E se la macchina calcio non riparte, allora saranno sempre più dolori. Fonte: Nicola Balice (CdS)

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.