ESCLUSIVA Futsal – Marco Fenni (d.s. Virtus Ciampino): “Sono fiero di far parte di un club di professionisti. Abbiamo una rosa tutta italiana”

All'interno l'intervista del d.s. della Virtus Ciampino, compagine di futsal

0

In questi ultimi anni il calcio femminile in Italia sta facendo i passi da giganti tanto attesi, anche se la strada è ancora lunga da percorrere. Anche il futsal segue a ruota il percorso fatte dalle giocatrici di calcio a 11 e un’esempio è la Virtus Ciampino. Ilnapolionline.com ha intervistato il d.s. della squadra capitolina Marco Fenni.

Ai nostri lettori de “ilnapolionline.com” ci parleresti del club della Virtus Ciampino. Dall’anno di fondazione fino all’organigramma? “Questo è il ventunesimo anno della Virtus Ciampino, quest’anno siamo nella categoria che ci spetta la serie A2 Nazionale di futsal. Il presidente è Paola Marcone che insieme al vice-Presidente Gina Campogna hanno avuto il merito di dare lustro al club e alla squadra stessa. Ci sono io che sono il d.s., poi mister Davide Del Papa, il suo vice Alessio Bruschetti. A seguire il Preparatore dei portieri Alessandro Arpinelli, uno dei migliori nel suo campo e infine il preparatore atletico Riccardo Celsi. Sono contento di far parte di questo importante staff, sono non solo persone serie, ma al tempo stesso, ma anche professionisti esemplari”.

Sulla squadra della Virtus Ciampino, cosa ci puoi dire, sempre parlandone ai nostri lettori de “ilnapolionline.com”? “Vorrei sottolineare che nella nostra rosa, sono tutte calciatrici italiane, l’età media è sui 25 anni e in rosa ci sono anche giocatrici di calcio a 11. Purtroppo l’interruzione della stagione per il Covid-19, non ci voleva, mi auguro che si possa riprendere nel migliore dei modi. La donna in questo sport è molto precisa, se il tutto non va nel modo giusto, non è contenta e lo fa notare a tutti noi dello staff”.

Quanto è stato importante per il vostro movimento abbia calciatrici che hanno giocato a calcio a 11, come ad esempio Radu, Giugliano e Privitera? “A mio avviso il futsal è una disciplina che in questi anni è cresciuta davvero in maniera esponenziale, sta facendo passi in avanti importanti. Senza contare che c’è la passione e si fanno i giusti sacrifici. I nomi fatti da te, sono calciatrici che aggiungono il valore di questo sport, lo arricchiscono sempre più e tra l’altro Privitera l’abbiamo affrontata nel match contro il Ragusa”.

Infine ti vorrei chiedere se il movimento femminile, tra due anni passerà al professionismo, sta facendo i passi giusti per la definitiva crescita? “Io credo che l’ultimo mondiale in Francia, abbia dato all’Italia la giusta visibilità, senza contare che anche Sky e la Rai trasmettono gli eventi delle partite del campionato e della nazionale. Sicuramente si stanno facendo i giusti passi per far crescere il movimento. Anche noi del futsal ne stiamo traendo dei benefici, anche se per arrivare a certi livelli internazionali, ancora non basta. Mi auguro che si possa proseguire su questa strada e si possa crescere definitivamente per il bene del movimento”.

Intervista a cura di Alessandro Sacco

RIPRODUZIONE RISERVATA ®

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.