ESCLUSIVA – R. D’Auria (Pres. Scuola calcio Internapoli): “Vi presento la nuova casa la Paratina e quali sono i nostri progetti”

All'interno l'intervista al presidente della scuola calcio Internapoli

0

Questo pomeriggio nel “Complesso La Paratina”, la nuova casa della scuola calcio Internapoli si è vista la struttura e analizzato con i vari protagonisti i nuovi progetti. Erano presenti il responsabile del marketing Vinicio Natalizi, i tecnici Francesco Passariello all’ Under 19, Tommaso Gaglione, 2008, 2005 e infine il presidente Raffaele D’Auria. Quest’ultimo è stato intervistato da ilnapolionline.com, presente all’evento.

Ci parleresti del nuovo progetto della scuola calcio Internapoli qui all’interno del Complesso Paratina. “Il complesso Paratina è la nuova casa della scuola calcio Internapoli, una struttura all’avanguardia e molto allargata. Un progetto che considero importante, venuto in mente nel periodo della pandemia, c’è la voglia e l’entusiasmo di voler fare il meglio possibile. E’ molto grande, area ristoro per i genitori e con la possibilità per i ragazzi di crescere, non solo sul campo, ma anche fuori dal terreno di gioco”.

Il nostro sito segue anche il settore giovanile del Napoli, le squadre giocheranno qui alla Paratina, oppure al “Complesso Kennedy”? “Le squadre del vivaio del Napoli disputeranno le gare sempre al “Kennedy”, noi abbiamo iniziato un progetto nuovo, qui alla “Paratina”, fermo restando che con il club azzurro i rapporti restaranno ottimi e ci informeremo dei risultati che otterranno sul campo”.

In questi mesi di pandemia non è stato semplice per tutti voi poter lavorare, ma può essere una carica in più da settembre in poi, Covid permettendo? “Assolutamente sì, anzi non vediamo l’ora che si possa ricominciare a rivedere i ragazzi esprimersi sul campo. Non ti nascondo che li ho visti molto carichi e determinati, nonostante che per tutti quanti noi non sono stati mesi affatto semplici. C’è la voglia e al tempo stesso la determinazione di voler ottenere buoni risultati sul campo e di portare avanti questo progetto nel migliore dei modi”.

Quali sono i tuoi obiettivi personali per quanto riguarda il nuovo progetto e dei ragazzi per quanto riguarda il terreno di gioco? “Per quanto riguarda i miei obiettivi, è quello di voler far crescere nel migliore dei modi questa struttura, come lo si è fatto con quella precedente. E’ un progetto molto ambizioso, dove tutti noi, non vediamo l’ora di cominciare. Aspettiamo il mese di Settembre, dove se tutto va nel migliore dei modi, ci potremo togliere tante soddisfazioni. Per quanto riguarda il campo, io credo che l’auspicio è proseguire come negli anni precedenti, far crescere i ragazzi e poi vederli nel campo professionistico, un mix che ha portato la scuola calcio a risultati importanti e avere i giusti apprezzamenti”.

Infine ti aspettavi che a livello generale le scuole calcio riuscissero ad ottenere ottimi risultati sul campo in Italia e a livello internazionale? “Chi conosce il territorio campano, sa che ci sono tanti ragazzi con la voglia di fare, di volersi mettere in evidenza, ma anche con il giusto entusiasmo. I risultati sono una logica conseguenza di quello che si vede in tutti questi mesi e perciò per quanto riguarda la nostra scuola calcio, siamo soddisfatti, ma in generale il lavoro degli altri presidenti si vede e in maniera netta”.

Intervista a cura di Alessandro Sacco

RIPRODUZIONE RISERVATA ®

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.