ESCLUSIVA – M. Lepore: “Gaetano? Ha l’addestramento del primo Hamsik. Carnevale pronto per la Primavera”

All'interno l'intervista al redattore de "ilnapolionline.com Marco Lepore

0

Il mondo del calcio attende la decisione del Governo sulla ripresa del campionato, dopo aver appreso che si tornerà ad allenarsi in gruppo. Nel frattempo il calcio giovanile, con la Primavera, attende il destino sulle varie classifiche. Di questo ma anche un bilancio su Gaetano e del vivaio azzurro ilnapolionline.com ha intervistato il redattore Marco Lepore.

Nei giorni scorsi hai fatto un’esclusiva sul futuro dei tecnici del Napoli a livello di settore giovanile. Ce ne parleresti? “I tre allenatori delle Under, coordinati da uno staff guidato da Grava, si sono fatti apprezzare in questi anni per il grande lavoro svolto. Mai nella storia del Napoli targato ADL la squadra ha raggiunto così tante semifinali. La società da quanto mi risulta è contentissima e vorrebbe confermare tutti e tre. Mister Carnevale poi forse meriterebbe la grande occasione Primavera, ma tutto dipenderà anche da Gattuso”.

Dei tre allenatori del settore giovanile azzurro, si conosce meno Bevilacqua. Come giudichi il suo operato nel vivaio del Napoli? “Scusami la presunzione ma mister Bevilaqua è forse una sorpresa per molti ma non per me. Ad Avellino il Calcio giovanile è purtroppo stato sempre secondario ma lui ha sfiorato le semifinali in Under 15 A e B. È un vero martello, amante dell’organizzazione tattica e della disciplina partendo da una difesa solida. Ne sono sicuro ne sentiremo parlare…”. 

Nelle prossime settimane si conoscerà il destino del calcio in Italia, compreso quello della Primavera. Secondo te che decisione verrà presa? “Il calcio oggi ha problemi ben più gravi e purtroppo a nessuno interessa come finirà la stagione. Probabilmente si terminerà con un blocco delle retrocessioni e l’allargamento del campionato Primavera 1. Tutto a discapito della competitività”.

Infine restano in orbita Napoli, ti vorrei chiedere di Gianluca Gaetano. Il classe 2000 ha i mezzi per mettersi in mostra anche a livello professionistico? “Gaetano per me è il talento migliore che il calcio giovanile italiano ha espresso. Quest’anno avrebbe dovuto fare apprendistato con i campioni ma qualcosa è andato storto. Mi è salito il magone quando in estate è stato schierato come centrocampista basso, significa non aver conoscenza del calciatore. Può ricoprire tre ruoli: trequartista, esterno alto e con il giusto addestramento la posizione del primo Hamsik. Chiudo dicendo che questo talento non deve essere depauperato perché non avete neanche idea di quanto sia forte questo ragazzo”.

Intervista a cura di Alessandro Sacco

RIPRODUZIONE RISERVATA

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.