ESCLUSIVA – S. Schwoch: “Napoli-Inter? Gattuso saprà trovare le contromosse per conquistare la finale”

All'interno l'intervista all'ex bomber del Napoli

0

In questo periodo dove il calcio italiano cerca la migliore soluzione per trovare le date per i recuperi, il Napoli si prepara in vista della sfida di Coppa Italia contro l’Inter. Gli azzurri sembrano aver imboccato la strada giusta, grazie ad una continuità tecnico e tattico, merito anche di mister Gattuso. Di questo e di altre tematiche ilnapolionline.com ha intervistato l’ex attaccante del club azzurro, di Torino, Venezia e Vicenza Stefan Schwoch.

 

Sabato sera si è giocato al San Paolo Napoli-Torino. Tu da doppio ex come hai visto le due compagini? “Gattuso, dopo un inizio non semplice, ma ci voleva tempo per trovare una certa alchimia tattica, sta dando un’identità alla squadra. Sabato il Napoli ha meritato di vincere e si sta lentamente riprendendo. Il Torino? Da poco è arrivato Moreno Longo, penso che al mister gli vada il tempo di trovare la giusta fisionomia. I granata in questo momento stanno attraversando un momento difficile e non sarà semplice uscirne in breve tempo”.

A fine partita contro il Torino, Gattuso ha criticato le scelte delle istituzioni calcistiche per la situazione dei calendari. Tu cosa ne pensi sulla situazione del Coronavirus? “Questa è una tematica molto delicata, come tutti ho a cuore la salute delle persone e sono vicino ai parenti delle vittime. Sulle parole di Gattuso dico che bisognava avere maggior chiarezza da parte del Governo del calcio, per evitare questo accavallamento di partite, si poteva certamente fare meglio”.

Manca solo l’annuncio ufficiale e Mertens rinnoverà con il Napoli per altri due anni. Ti aspettavi questo suo rendimento così prolifico in zona gol? “Devo essere sincero, all’inizio ero sorpreso del fatto che lui facesse così tante reti, in un ruolo che non aveva quasi mai fatto in carriera, ma con il tempo ha trovato la continuità. Mertens secondo me è l’elemento chiave del Napoli, non solo fa gol, ma è determinante a livello tattico e se dovesse rinnovare come si legge, sarebbe un grande colpo da parte del club”.

Nella lotta allo scudetto la Lazio sta dando davvero segnali di continuità. Secondo te la squadra di Simone Inzaghi ha tutte le carte in regola per vincere il tricolore? “In questi anni la Lazio sta trovando la continuità con la guida tecnica e un gruppo ormai consolidato da anni. Io credo che i biancocelesti hanno i mezzi per dare filo da torcere a Juventus e Inter, sarà un bella lotta a tre e sono convinto che sarà incerto fino alla fine della stagione. Chi arriverà al meglio nello sprint finale potrà avere maggiori chance per vincere lo scudetto”.

A proposito di attaccanti l’Inter ha acquistato Lukaku e come primo anno sta andando alla grande. Cosa ti sta colpendo del bomber belga? “Lukaku è stato un calciatore espressamente richiesto da Antonio Conte e il giocatore belga sta confermando quanto di buono si sapeva di lui. Lukaku è forte sul piano fisico, è devastante davanti alla porta e sta portando molti punti all’Inter. E’ insomma un centravanti completo, perciò grande colpo del club nerazzurro”.

Giovedì sera si giocherà il return-match di semifinale di Coppa Italia tra il Napoli e l’Inter. Che partita ti aspetti da parte degli azzurri? “Mi aspetto una squadra azzurra attenta come nella gara d’andata a San Siro e nel match di Champions League contro il Barcellona. Avere una linea difensiva corta e stretta, senza concedere spazio all’Inter e colpire di rimessa per portare a casa la finale di Coppa Italia. Non sarà semplice, visto il valore della squadra di Conte, ma sono convinto che Gattuso e la squadra sapranno trovare le giuste soluzione per raggiungere l’obiettivo”.

Intervista a cura di Alessandro Sacco

RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.