Ottavi di Champions League al 45′: Simeone avanti su Klopp, pari al Westfalenstadion

0

Martedì 18 febbraio ore 21:00

Atletico Madrid-Liverpool 1-0 Saùl Niguez (A) 4′

ATLETICO MADRID (4-4-2): Oblak, Vrsaljko, Savic, Felipe, Lodi, Koke, Saùl Niguez, Thomas Partey, Lemar, Correa, Morata. A disposizione: Adan, Carrasco, Diego Costa, Gimenez, Hermoso, Llorente, Vitolo. Allenatore: Simeone.

LIVERPOOL (4-3-3): Alisson, Alexander-Arnold, Gomez, Van Dijk, Robertson, Henderson, Fabinho, Wijnaldum, Mané, Salah, Firmino. A disposizione: Adrian, Keita, Matip, Milner, Minamino, Origi, Oxlande-Chamberlain. Allenatore: Klopp.

Arbitro: Marciniak (POL).

Ammoniti: Mané (L) 40, Correa (A) 45′.

Note: recupero p.t. 2′.

Primo tempo. Già al 4′ il match si sblocca col tocco ravvicinato di Saùl Niguez dopo un batti e ribatti in area sugli sviluppi di un corner, al 20′ Lodi crossa per Morata nell’area piccola ma Gomez in spaccata anticipa in extremis l’ex Juve e Real. Al 26′ Morata si presenta solo davanti al portiere da posizione decentrata ma Alisson si dimostra provvidenziale, sul capovolgimento di fronte Salah scambia con Firmino e deposita in rete ma l’arbitro annulla per l’offside del brasiliano. Al 35′ Salah riceve in area da Firmino e calcia a botta sicura centrando in pieno un difensore avversario, nel finale di tempo non arriva il pareggio dei Reds così i primi 45 minuti termina con i madrileni in vantaggio.

 

Martedì 18 febbraio ore 21:00

Borussia Dortmund-PSG 0-0

BORUSSIA DORTMUND (3-4-3): Burki, Piszczek, Hummels, Zagadou, Hakimi, Emre Can, Witsel, Guerreiro, Sancho, Hazard, Haaland. A disposizione: Hitz, Akanji, Dahoud, Goetze, Reyna, Schmelzer, Schulz. Allenatore: Favre.

PSG (4-3-3): Keylor Navas, Meunier, Kimpembe, Thiago Silva, Kurzawa, Marquinhos, Verratti, Gueye, Di Maria, Neymar, Mbappé. A disposizione: Riso, Cavani, Draxler, Icardi, Kehrer, Kouassi, Sarabia. Allenatore: Tuchel.

Arbitro: Lahoz (SPA).

Ammoniti: Witsel (B) 44′.

Note: recupero p.t. 0.

Primo tempo. La prima occasione arriva al 10′ col tentativo da fuori area di Neymar ma il tiro del brasiliano termina a lato di un soffio, al 24′ Sancho si incunea in area e calcia ma Keylor Navas in volo evita guai seri. Passano 3 minuti e ancora Sancho pericoloso con un missile dai 20 metri ma ancora una volta l’estremo difensore ex Real si supera in tuffo, al 35′ Haaland cerca il goal dall’interno dell’area ma la sfera termina sul fondo di un niente. Nel finale di tempo la sfida non si sblocca così al duplice fischio si va a riposo senza reti.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.