Il 2019 della Juve è finito male, ma nel 2020 i bianconeri dovranno reagire

0
LA CONFERMA

Ok, la sconfitta nella finale di Supercoppa Italiana della settimana scorsa contro la Lazio di Simone Inzaghi brucia ancora, ma ci sono pochi dubbi su quella che è stata la protagonista della passata stagione. La Juventus si è confermata padrona incontrastata del campionato di Serie A, andando a vincere comodamente il suo ottavo scudetto di fila (il quinto e ultimo consecutivo della gestione Allegri). Chiuderà anche il 2019 al primo posto della classifica, seppur questa volta s i trovi a condividere la piazza con l’Inter che dopo l’arrivo di Antonio Conte in panchina e un mercato decisamente importante è la vera antagonista dei bianconeri verso lo scudetto del 2020.

Anche per la Juventus il 2019 è stato all’insegna del cambio di guida tecnica. Dopo l’ennesima vittoria in serie A, infatti, Massimiliano Allegri ha lasciato il suo posto a Maurizio Sarri, arrivato in estate per guidare Cristiano Ronaldo e compagni. A proposito: il 2019 è stato anche il primo anno completo dell’asso portoghese in Serie A, il primo per lui senza Champions dopo i tre successi consecutivi con il Real Madrid. Ci proverà nuovamente nel 2020 visto che la Champions è il suo giardino di casa e che l’urna di Nyon ha consegnato ai bianco-neri un ottavo di finale decisamente alla portata con la doppia sfida ai francesi del Lione.

Fonte: Il Mattino

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.