Serie A: Vincono Udinese e Verona, caso di razzismo al Bentegodi

0

Domenica 3 novembre ore 15:00

Genoa-Udinese 1-3 Pandev (G) 22′, De Paul (U) 32′, Sema (U) 87′, Lasagna (U) 94′

Lecce-Sassuolo 2-2 Lapadula (L) 18′, Toljan (S) 35′, Falco (L) 42′, Berardi (S) 85′

Verona-Brescia 2-1 Salcedo (V) 50′, Pessina (V) 81′, Balotelli (B) 85′

Genoa-Udinese. La prima occasione arriva all’8′ con Kouame che di testa sfiora la traversa sul cross di Saponara, passano 3 minuti e Ghiglione sfrutta un errore della difesa friulana per calciare a botta sicura dall’interno dell’area ma Musso salva i suoi. Al 15′ arriva la replica bianconera col calcio id punizione a giro di Mandragora alto di pochissimo, al 22′ il Grifone si sblocca il punteggio con Pandev che scambia in area con Kouame e all’altezza del dischetto sigla l’1-0. Col passare dei minuti l’Udinese prova a reagire e al 32′ De Paul pareggia i conti con un meraviglioso tiro sotto al sette così al duplice fischio si va a riposo in parità. Nel secondo tempo Kouame cerca la soluzione di potenza ma Musso respinge con i pugni, al 62′ si ripresenta lo scontro tra Kouame e Musso col portiere friulano che ferma nuovamente la punta genoana. Nel finale il Genoa cala e l’Udinese alza il ritmo ribaltando la sfida col bellissimo goal di Sema che trafigge Radu, nel recupero arriva anche il tris friulano con Kevin Lasagna che in contropiede sigla il definitivo 3-1 ospite che chiude il match.

Lecce-Sassuolo. Il primo brivido arriva al 4′ con Traoré che servito alla perfezione da Barardi calcia a lato di un niente, i leccesi provano a reagire e al 18′ Lapadula sblocca il punteggio superando il diretto marcatore e trafiggendo Consigli col destro. Il Sassuolo reagisce al 35′ col pareggio siglato da Toljan che dopo essere scattato sul filo del fuorigioco firma l’1-1, nel finale di tempo il Lecce torna in vantaggio con Falco con un bellissimo calcio di punizione che chiude i primi 45 minuti sul 2-1 giallorosso. Nei secondi 45 minuti Boga prova a fare tutto da solo palla al piede ma il suo tentativo esce sul fondo, all’81’ ancora Boga pericoloso con un perfetto assist a Defrel che spreca tutto dal cuore dell’area. Nel finale Berardi trova il 2-2 con una conclusione ravvicinata chiudendo la sfida in parità.

Verona-Brescia. La prima vera occasione arriva al 16′ con una tripla occasione per le rondinelle, prima Rrahmani salva sulla linea sul tentativo di Bisoli poi Balotelli viene fermato da Amrabat e poi Tonali calcia di poco sopra la traversa. Il Brescia continua ad attaccare e al 26′ Balotelli colpisce il palo con un missile su calcio di punizione, al 31′ l’arbitro assegna un rigore al Verona espellendo Mangraviti ma dopo aver rivisto le immagini torna sui suoi passi togliendo il rosso al calciatore così la prima frazione termina senza reti. Nella ripresa il Verona sblocca il punteggio col colpo di testa di Salcedo sul corner battuto da Veloso, al 54′ Balotelli dopo alcuni buu calcia il pallone verso alcuni tifosi del Verona minacciando di lasciare il campo e viene ammonito. Lo speaker del Bentegodi avverte i tifosi di smettere con i cori discriminatori, all’81’ arriva il raddoppio del Verona con la bellissima rasoiata mancina di Pessina. Passano 4 minuti e Balotelli accorcia le distanze con un meraviglioso destro a giro ma al triplice fischio i veronesi conquistano la vittoria.

Classifica provvisoria: evidenziate le squadre con una gara in meno

Juventus 29-Inter 28-Roma 22-Cagliari 21-Atalanta 21-Lazio 18-Napoli 18-Fiorentina 15Verona 15-Milan 13Parma 13Udinese 13-Bologna 12-Torino 11-Sassuolo 10*-Lecce 10Genoa 8-Brescia 7*-SPAL 7-Sampdoria 5

 

*Una gara da recuperare

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.