SERIE A – Milan-Lazio 1-2, Correa decide il match

La Lazio vince e si porta al quarto posto in classifica.

0

Milan-Lazio: Immobile 25; Bastos (Aut) 28′, Correa 83′

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Duarte, Romagnoli, Hernandez; Krunic (Bonaventura 86′), Bennacer, Paqueta (Leao 53′); Castillejo (Rebic 35′), Piatek, Calhanoglu. A disposizione: A. Donnarumma, Reina, Caldara, Conti, Gabbia, Rodriguez, Kessie, Bonaventura, Biglia, Rebic, Leao, Borini. Allenatore: Stefano Pioli.

Lazio (3-5-1-1): Strakosha, Basatos, Acerbi, Radu; Lazzari, M. Savic (Parolo 60′), L. Leiva, L. Akberto, Lulic, Correa; Immobile (Caicedo 60′, Cataldi 82′). A disposizione: Guerrieri, Lukaku, Felipe, Vavro, Patric, Cataldi, Berisha, Marusic, Parolo, Jony, Adekanye, Caicedo . Allenatore: Simone Inzaghi

Arbitro: Gianpaolo Calvarese

Ammoniti: M.Savic (L), Duarte (M), Krunic (M), Parolo (L), Radu (L), L. Leiva (L), Bennacer (M), Cataldi (L).

Note: Recupero 1′ pt, recupero 5′ st.

Cronaca: Si gioca allo Stadio “Giuseppe Meazza” in Milano.

Primo tempo: Prima metà di gara scoppiettante tante conclusione sia da una parte che dall’altra. Al minuto 25 la sblocca la Lazio con Immobile che, su un cross millimetrico di Lazzari, insacca alle spalle di Donnarumma; è 0-1. Il vantaggio capitolino dura poco perché dopo appena tre minuti su uno scavetto al centro dell’aria di Hernandez, Piantek la sfiora e manda fuori tempo Bastos che la spinge nella propria, è 1-1. Si va al riposo dopo un primo tempo forsennato.

Secondo tempo:  Seconda metà che riparte più forte della prima, le due squadre vogliono vincere. Nessuna delle due squadre riesce a trovare il vantaggio. Le squadre corrono tanto ma si stancano molto, tanto che al 70′  non si corre più molto in mezzo al campo. Alla fine le solite magie di Luis Alberto illuminano la Lazio. E’ proprio lo spagnolo che inventa per Correa che uno contro uno contro il portiere non sbaglia; è 1-2. Il Milan non riesce a reagire e si chiude così l’incontro. Grande vittoria della Lazio che non vinceva col Milan a Milano da 30 anni.

Migliore in campo: Luis Alberto

A cura di Francesco Giacobbe.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.