Per il quarto posto che vale la Champions League ci sarà bagarre

Juve, Napoli e Inter occuperanno i primi 3 posti, mentre per le altre ne resterà solo uno

0

Il prossimo campionato di Serie A vedrà Juve, Napoli e Inter contendersi lo Scudetto, ma anche per il quarto posto ci sarà bagarre. Roma, Milan, Lazio, Fiorentina e Atalanta promettono battaglia. I giallorossi hanno rinnovato il contratto di Dzeko e il nuovo ds Petrachi ha allestito una squadra di giovani promesse. Mancini, Diawara, Veretout sono scommesse che il direttore sportivo romanista spera possano alzare il livello del centrocampo orfano di De Rossi. La permanenza di Pellegrini e Zaniolo però è un altro aspetto da considerare, come anche il rinnovo di Under. Inoltre bisognerà vedere come il cambio di guida tecnica inciderà sulla squadra, con Fonseca alle prese per la prima volta da allenatore col calcio italiano.

MILAN

Il Diavolo non ha acquista certezze sul mercato, ma giovani promesse e prospetti interessanti. Leao, Krunic, Bennacer, Theo Hernandez e Duarte verranno inseriti dal neo tecnico Giampaolo. Lo stesso mister allenerà per la prima volta in carriera un grande club, con tanto di mentalità offensiva. Inoltre sono rimasti Romagnoli, Donnarumma, Paquetà, Piatek e Bonaventura, e proprio a loro viene chiesto di guidare la squadra in Champions League.

LAZIO

I biancocelesti non hanno cambiato nulla, i big (Immobile, Luis Alberto e Milinkovic-Savic) sono rimasti, così come il tecnico Simone Inzaghi. A questo punto la squadra capitolina è forse la squadra con più certezze, visto che non ha cambiato praticamente nulla. L’arrivo di Lazzari migliora la corsia esterna ma per il resto difesa, centrocampo e attacco sono gli setti che hanno vinto la Coppa Italia la passata stagione.

FIORENTINA

La Viola del neo presidente Commisso promette spettacolo, gli arrivi di Badelj, Boateng, Lirola, è arrivato anche Franck Ribery. La società gigliata inoltre ha trattenuto Federico Chiesa per tentare l’assalto all’Europa. Non è da escludere un inserimento della Fiorentina anche per il quarto posto, ma se così non fosse i toscani avrebbero comunque tutte le possibilità di dare fastidio.

ATALANTA

La Dea del Gasp parte dal terzo posto della passata stagione, una cavalcata trionfale che ha portato i bergamaschi per la prima volta nella loro storia a potersi giocare la Champions League. I lavori dell’Atleti Azzurri d’Italia non permettono ai nerazzurri di ospitare la competizione, motivo per cui l’Atalanta giocherà a San Siro. Tutto questo basta per alimentare l’entusiasmo attorno ai ragazzi terribili del presidente Percassi, ma quest’anno si cerca la riconferma. Gomez e Zapata guideranno l’attacco, ma l’arrivo di Muriel permette a Gasperini di avere una valida alternativa. Per il resto stessa formazione e mentalità offensiva. L’Atalanta promette battaglia e venderà cara la pelle come ha sempre fatto.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.