Chiariello: “Il tempo è galantuomo, la crisi non la vedevo solo io…”

Queste le parole del giornalista ai microfoni di Radio CRC

0

E’ intervenuto ai microfoni di Radio CRC, nel corso della trasmissione “Un Calcio Alla Radio”, il giornalista Umberto Chiariello nel consueto appuntamento con l’edito-radio: Oggi mi viene da ridere. Perché? Sostengo da tempo la frase il tempo è galantuomo. Col tempo si capirà se uno dice sciocchezze o dice cose che hanno un senso. Cos’ho detto in questi mesi? Che il Napoli di Ancelotti non stava facendo bene. Quattro mesi di calo totale, obiettivi dichiarati: Europa League e Coppa Italia. Disarmo totale sia contro il Milan che contro l’Arsenal. Dopo Arsenal e dopo l’Atalanta, cosa accade? Che il Napoli forte di una clausola con Ancelotti ha contattato Gasperini, nessuno l’ha smentito. Né il Napoli, né il diretto interessato. Cosa vorrà dire? Nel finale del campionato Ancelotti salva la stagione con quattro vittorie consecutive, cercando la quinta domenica prossima. Stamattina la Gazzetta dello Sport intitola un articolo: “Carletto e quella chiamata al Gasp“. Quindi non la vedevo solo io questa storia. Ad oggi, Ancelotti resterà al Napoli, perché è l’unica squadra che manterrà la panchina e potrebbe essere un vantaggio. Quagliarella, De Rossi, Ilicic? Stiamo prendendo esperienza. Insieme a loro bisogna prendere anche giovani, per creare competitività con un mix di gioventù ed esperienza”.

 

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.