Liga: Il Valencia sogna la Champions, male invece il Real

I valenciani ora sono quarti e sognano aspettando gli ultimi 90 minuti della stagione

0

Domenica 12 maggio ore 18:30

Athletic Bilbao-Celta Vigo     3-1 R. Garcia (A) rig. 16′ 17′, Williams (A) 40′, Aspas (C) rig. 89′

Atletico Madrid-Siviglia         1-1 Koke (A) 30′, Sarabia (S) 70′

Barcellona-Getafe                    2-0 Vidal (B) 39′, Dakoman (B) aut. 89′

Betis-Huesca                              2-1 Joaquin (B) 22′ 98′, Juanpi (H) rig. 55′

Girona-Levante                         1-2 Stuani (G) 60′, Morales (L) 62′, Bardhi (L) 86′

Leganés-Espanyol                   0-2 Iglesias (E) 35′ rig. 71′

Rayo Vallecano-Valldolid     1-2 Unal (V) ri. 6′, Medran (R) 73′, Guardiola (V) 80′

Real Sociedad-Real Madrid 3-1 Diaz (RM) 6′, Merino (RS) 26′, Zaldua (RS) 57′, Barrenetxea (RS) 67′

Valencia-Alavés                        3-1 Navarro (A) 12′, Soler (V) 29′, Mina (V) 34′, Gameiro (V) 68′

Villarreal-Eibar                        1-0 Ekambi (V) 59′

 

 

Athletic Bilbao-Celta Vigo. I padroni di casa proveranno a chiudere la stagione con una vittoria, mentre i galiziani per essere sicuri della salvezza cercano i 3 punti. Al primo affondo il Bilbao si gudagan un penalty che lo specialista Raul Garica trasforma per il vantaggio basco, neanche il tempo di rimettere la palla in gioco che sempre Garcia trova la doppietta con un destro a fil di palo sull’assist di Muniain. Nel finale di tempo arriva il tris basco con Inaki Williams che col mancino trova l’angolino chiudendo il primo tempo sul 3-0 per il Bilbao. Nel secondo tempo i padroni di casa amministrano il vantaggio mentre i galiziani faticano a reagire, solo nel finale il Celta prova a scuotersi col rigore trasformato dallo specialista Iago Aspas ma al triplice fischio il Bilbao vince 3-1.

 

 

Atletico Madrid-Siviglia. I madrileni vogliono chiudere la stagione con una vittoria al Wanda Metropolitano, mentre gli andalusi sicuri dell’Europa League cercano il colpaccio. I madrileni alzano il ritmo sin dalle prime battute schiacciando gli andalusi, al 19′ Morata anticipa tutti di testa in area e sfiora il palo. Il forcing colchonero porta al meritato vantaggio al 30′ col destro da fuori di Koke che si insacca a fil di palo, nel finale di tempo non arriva la reazione siviglista così si va a riposo sull’1-0 madrileno. Nella ripresa il Siviglia cerca in tutti i modi di rientrare in partita, al 70′ Sarabia pareggia i conti con un tiro a fil di palo sfruttando l’assist di Vazquez. Nel finale nessuna delle due squadre riesce a segnare il goal vittoria così la gara termina in parità.

 

 

Barcellona-Getafe. I catalani campioni proveranno a festeggiare la vittoria del titolo con una vittoria, mentre i madrileni quarti in classifica cercano il colpaccio per essere sicuri della Champions. I catalani gestiscono il possesso palla sin dalle prime battute e al 13′ Messi col mancino a giro sfiora il palo, al 25′ Rakitic ci prova da fuori con una sassata respinta in corner da un difensore avversario. Al 39′ Arturo Vidal sblocca il match del Camp Nou con un tap-in da due passi sugli sviluppi di un angolo così al duplice fischio si va a riposo sull’1-0 blaugrana. Nella ripresa Vidal cerca la doppietta con un tiro dal limite dell’area piccola ma la sfera si perde a lato di pochissimo, il Getafe non riesce ad attaccare con convinzione e all’89’ il Barça raddoppia le marcature con l’autorete di Dakoman che chiude la sfida sul 2-0 blaugrana.

 

 

Betis-Huesca. Gli andalusi al Villamarìn cercano la vittoria tra le mura amiche, mentre gli ospiti fanalino di coda proveranno a chiudere al meglio il campionato. Il primo brivido arriva al 9′ col tiro dall’interno dell’area di Tello che sfiora l’incrocio dei pali, i biancoverdi continuano ad attaccare e al 22′ Joaquin di testa sblocca il punteggio sugli sviluppi di un corner. Col passare dei minuti non arriva la reazione dell’Huesca così al duplice fischio il Betis conduce la sfida. Nella seconda frazione l’Huesca si procura un penalty che lo specialista Juanpi trasforma siglando l’1-1, gli andalusi col passare dei minuti schiacciano gli ospiti nella propria metà campo. Nel recupero Joaquin realizza il goal vittoria e la personale doppietta con un tiro meraviglioso sotto al sette che vale la vittoria del Betis.

 

 

Girona-Levante. I catalani al Montilivi proveranno a conquistare la salvezza sperando in un passo falso del Valladolid, mentre i valenciani a +3 sulla zona rossa cercano solo la vittoria. La gara è molto equilibrata e il primo sussulto arriva al 22′ col destro a giro da fuori di Bardhi largo di pochissimo a portiere battuto, il match resta in equilibrio anche nell’ultimo quarto d’ora così al duplice fischio si va negli spogliatoi sullo 0-0. Nei secondi 45 minuti il Girona riesce a sbloccare il punteggio col destro a giro di Stuani sugli sviluppi di un corner, ma al 62′ Morales riesce a trovare il pari con una rasoiata a fil di palo. I valenciani non si perdono d’animo e all’86’ ribaltano la sfida col mancino vincente di Bardhi per il definitivo 2-1 ospite.

 

 

Leganés-Espanyol. I madrileni al Butarque proveranno a chiudere la stagione con una vittoria, mentre i catalani salvi da tempo proveranno a sbancare la casa dei pepineros. Il primo brivido arriva al 19′ col colpo di testa di Siovas largo di un soffio, al 27′ è il turno di Melendo provarci col mancino ma il pallone termina largo di poco. Al 35′ arriva il vantaggio catalano col destro dal centro dell’area di Borja Iglesias, nel finale di tempo pepineros in 10 per l’espulsione di Bustinza chiudendo la prima frazione sull’1-0 catalano. Nel secondo tempo il Leganés non riesce a creare azioni pericolose così l’Espanyol prova a guadagnare metri alla ricerca del raddoppio, al 69′ i catalani si guadagnano un rigore che Iglesias trasforma siglando la doppietta personale che chiude la contesa sul 2-0 catalano.

 

 

Rayo Vallecano-Valldolid. I padroni di casa già retrocessi proveranno a chiudere al meglio la stagione, mentre gli ospiti cercano il colpaccio per conquistare la salvezza. Gli ospiti partono subito all’attacco e al 3′ si procurano un rigore che lo specialista Eres Unal trasforma per l’1-0 del Valladolid, la replica del Vallecano non arriva al 22′ Alcaraz cerca il raddoppio con un tiro largo di poco. Al 36′ è il turno di Catena provarci id testa ma la sfera esce di poco sulla sinistra chiudendo i primi 45 minuti col vantaggio ospite. Nella ripresa il Rayo alza il baricentro alla ricerca del pareggio e al 73′ Alvaro Medran di testa da distanza ravvicinata sigla l’1-1, il Valladolid non si scompone e all’80’ si riporta in vantaggio con sinistro di Guardiola ben indirizzato nell’angolino per la vittoria del Valladolid.

 

 

Real Sociedad-Real Madrid. I padroni di casa cercano la vittoria per chiudere al meglio l’annata, mentre le merengues dopo una stagione deludente proveranno a chiuderla al meglio. Madridisti subito in attacco col vantaggio che arriva al 6′ col bellissimo destro a giro di Brahim Diaz, la replica dei padroni di casa arriva al 26′ col pareggio di Mike Merino con un mancino a fil di palo imparabile per Courtois. Al 39′ l’arbitro assegna un penalty alla Real Sociedad lasciando i madridisti in 10 per l’espulsione di Vallejo, ma Wiallin José si lascia ipnotizzare da Courtois così si va a riposo fermi sull’1-1. Nella ripresa i blancos non riescono ad attaccare con convinzione e al 57′ i padroni di casa capovolgono il match col colpo di testa di Zaldua, la Real continua a premere e al 67′ serve il tris col destro angolatissimo di Barrenetxea che vale il 3-1 azulblanco. Nel finale il Real non riesce mai ad alzare la testa così al triplice fischio i padroni di casa conquistano i 3 punti.

 

 

Valencia-Alavés. I padroni di casa in lotta per la corsa Champions cercano i 3 punti, mentre gli ospiti proveranno a sbancare il Mestalla con una grande prestazione. AL rpimo affondo l’Alavés sblocca il punteggio al 12′ col colpo di testa sotto al sette di Ximo Navarro, il Valencia si riorganizza e al 29′ pareggia i conti col destro a giro di Soler. I padroni di casa continuano ad attaccare e al 34′ Santi Mina ribalta la sfida con un missile che trafigge Pacheco chiudendo la prima frazione sul 2-1 valenciano. Nel secondo tempo il Valencia cerca il colpo del KO mentre gli sopiti non riescono a creare azioni degne di nota, al 68′ Kevin Gameiro batte tutti sul tempo nell’area piccola e di testa sigla il definitivo 3-1 valenciano.

 

 

Villarreal-Eibar. Il Sottomarino Giallo a + 3 sulla zona retrocessione cercano la vittoria, mentre gli armeros salvi da tempo cercano il colpaccio all’Estadio de la Ceramica. Il primo pericolo arriva all’11’ col sinistro a giro di Fornals largo di pochissimo, al 21′ tocca a Chukwueze calciare verso la porta ma il giocatore di casa difetta in precisione. E’ sempre il Submarino Amarillo che attacca e al 42′ Mori ci prova id testa ma Dmitrovic salva i suoi con un riflesso felino chiudendo i primi 45 minuti senza reti. Nel secondo tempo il Villarreal riesce a sbloccare il punteggio col destro ravvicinato di Ekambi a seguito di un batti e ribatti in area, nel finale di gara l’Eibar prova a reagire ma al triplice fischio il Sottomarino Giallo conquista i 3 punti.

 

 

Classifica

Barcellona 86-Atletico Madrid 75-Real Madrid 68-Valencia 58-Getafe 58-Siviglia 56-Athletic Bilbao 53-Real Sociedad 50-Espanyol 50-Betis 47-Alavés 47-Eibar 46-Leganés 45-Villarreal 43-Levante 43-Valladolid 41-Celta Vigo 40-Girona 37-Rayo Vallecano 31-Huesca 30

 

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.