Liga: Il Derby di Madrid va al Real, merengues ora seconde!

I blancos superano in classifica proprio i cugini colchoneros

0

Sabato 9 febbraio ore 13:00

Getafe-Celta Vigo                        3-1 Araujo(C) 2′, Mata (G) rig. 39′ 81′, Molina (G) 62′

Ore 16:15

Atletico Madrid-Real Madrid 1-3 Casemiro (R) 16′, Griezmann (A) 25′, S. Ramos (R) rig. 42′, Bale (R) 74′

Ore 18:30

Espanyol-Rayo Vallecano         2-1 Ba (R) 33′, Iglesias (E) rig. 71′, Darder (E) 95′

Ore 20:45

Girona-Huesca                              0-2 Avila (H) 35′ 40′

 

Getafe-Celta Vigo. I madrileni al Coliseum Alfonso Perez proveranno a conquistare i 3 punti per avvicinarsi alla zona Champions, mentre i galiziani impegnati nella lotta salvezza cercano punti preziosi. La gara si sblocca dopo appena 2 minuti col colpo di testa di Araujo sugli sviluppi di un piazzato, la replica del Getafe arriva al 14′ col tiro a giro di Jorge Molina largo di un soffio. I madrileni alzano il ritmo e al 37′ si procurano un calcio di rigore con Maxi Gomez che per proteste riceve prima il giallo e poi il rosso per proteste in pochi secondi, parte dagli undici metri Jaime Mata che col destro incrocia spiazzando il portiere chiudendo il primo tempo sull’1-1. Nel secondo tempo Mata si presenta solo davanti al portiere ma Ruben Blanco in tuffo sventa la minaccia, al 62′ però arriva il raddoppio madrileno con Molina che sfrutta la sponda aerea di Mata per il 2-1 madrileno. All’81’ Ruben Blanco si rende protagonista di una papera clamorosa che regala palla a Jaime Mata che a porta vuota non sbaglia per il definitivo 3-1 madrileno.

 

Atletico Madrid-Real Madrid. I colchoneros secondi in classifica cercano la vittoria per evitare il sorpasso in classifica dei cugini, mentre le merengues proveranno a portarsi al secondo posto sbancando il Wanda Metropolitano. Il Real prova a gestire la sfera sin dai primi minuti schiacciando l’Atletico e al 16′ Casemiro sugli sviluppi di un corner si esibisce in una sforbiciata spettacolare in area che trafigge Oblak per l’1-0 blanco, al 25′ però l’Atleti parte in contropiede con Griezmann che lanciato in campo aperto si presenta solo davanti a Courtois beffandolo in mezzo alle gambe col mancino. Le merengues si riportano in avanti e al 41′ si procurano un calcio di rigore per un fallo da dietro di Gimenez su Vinicius, prende la rincorsa lo specialista Sergio Ramos che col destro batte Oblak chiudendo i primi 45 minuti sul 2-1 madridista. Nella ripresa l’Atleti prova ad alzare il ritmo alla ricerca del pari e al 54′ arriva la rete colchonera dell’ex Morata ma il direttore di gara annulla per offside, il forcing dei padroni di casa continua ma al 74′ però Modric serve alla perfezione Bale che lascia partire un diagonale mancino nell’angolino per il 3-1 merengue. All’80’ l’Atleti resta in 10 per l’espulsione di Tomas Partey così il Real amministra il vantaggio fino al triplice fischio portandosi così al secondo posto superando proprio i cugini.

 

Espanyol-Rayo Vallecano. I catalani a +2 sulla zona retrocessione sono obbligati a vincere per allungare sulle rivali, mentre gli ospiti terzultimi in Liga cercano il colpaccio esterno per superare in classifica proprio l’Espanyol. Il primo brivido arriva all’11’ con la rete di Embarba che porta in vantaggio il Rayo Vallecano ma il direttore di gara annulla per offside, al 19′ Darder deposita la palla in rete ma anche il goal del giocatore dell’Espanyol viene annullato con l’ausilio del VAR. Al 33′ invece Ba sovrasta tutti al centro dell’area e di testa trova l’angolino per l’1-0 del Rayo, nel finale non arriva la reazione dei catalani così si va a riposo sull’1-0 per gli ospiti. Nei secondi 45 minuti Didac Vila si accentra e calcia di potenza da fuori cercando il sette ma Dimitrievski si supera in tuffo, al 54′ Borja Iglesias svetta in area di testa centrando clamorosamente il palo. Il forcing dell’Epsanyol aumenta e al 71′ l’arbitro concede un penalty ai catalani che Borja Iglesias non sbaglia con un destro sotto la traversa, nel finale arriva il vantaggio dell’Espanyol col bellissimo destro al volo da fuori di Darder che realizza il definitivo 2-1 azulblanco.

 

Girona-Huesca. I rojiblancos impegnati nella lotta salvezza proveranno a far valere il fattore campo, mentre gli ospiti ultimi in Liga proveranno a ricucire lo svantaggio con le rivali. Il Girona prova a gestire la sfera sin dai primi minuti e all’8′ Portu si libera al tiro dalla trequarti e calcia mancando il bersaglio non di molto, al 14′ continua il forcing rojiblanco col tiro a giro di Pere Pons respinto dall’ottimo Santamaria. E’ sempre la squadra di casa che continua ad attaccare e al 23′ Christian Stuani controlla e calcia dal cuore dell’area con Santamaria nuovamente provvidenziale, al 35′ però è l’Huesca che sblocca il punteggio con la rasoiata mancina da fuori di Avila. L’Huesca dopo il goal continua ad attaccare e al 40′ Avila realizza la personale doppietta con un sinistro sotto al sette dopo la sponda di Enric chiudendo il primo tempo sul 2-0 ospite. Nella seconda frazione il Girona prova a rientrare in partita al 58′ ma Portu in estirada arriva con leggere ritardo sul cross di un compagno, al 68′ i rojilbancos restano in 10 per l’espulsione di Espinosa che riceve il secondo giallo per una gomitata su Enric. Nonostante l’uomo in meno il Girona continua a premere e al 75′ Juanpe colpisce di testa dal cuore dell’area colpendo il palo a portiere battuto, nel finale i catalani non riescono a riaprire il match così l’Huesca riduce il divario sulle dirette concorrenti in lotta per la salvezza.

 

Classifica provvisoria: evidenziate le squadre con una gara in più

Barcellona 50-Real Madrid 45Atletico Madrid 44-Siviglia 36-Getafe 35-Betis 32-Alavés 32-Valencia 30-Real Sociedad 30-Eibar 29-Espanyol 28-Levante 27-Athletic Bilbao 26-Leganés 26-Valladolid 26Celta Vigo 24Girona 24Rayo Vallecano 24Villarreal 20-Huesca 18

 

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.