Serie B: Il Pescara aggancia il Lecce al 3° posto grazie a Brugman!

Il centrocampista biancazzurro regala 3 punti d'oro agli abruzzesi

0

Giovedì 27 dicembre ore 19:00

Pescara-Venezia    1-0    Brugman (P) 74′

PESCARA (4-3-3): Fiorillo, Balzano, Gravillon, Scognamiglio, Del Grosso, Memushaj, Brugman, Machin (Melegoni 75′), Marras (Ciofani 80′), Antonucci (Kanouté 80′), Mancuso. A disposizione: Kastrati, Farelli, Ciofani, Perrotta, Elizalde, Scalera, Del Sole, Melegoni, Crecco, Palazzi, Kanouté, Monachello. Allenatore: Giuseppe Pillon.

VENEZIA (4-3-3): Vicario, Zampano, Domizzi, Modolo, Bruscagin, Suciu (Schiavone 55′), Bentivoglio, Pinato, Marsura (Citro 77′), Di Mariano, Vrioni (Litteri 67′). A disposizione: Faccin, Bonato, Andjelkovic, Coppolaro, Cernuto, Garofalo, Schiavone, Zennaro, St Clair, Segre, Citro, Litteri. Allenatore: Walter Zenga.

Arbitro: Ivano Pezzuto.

Ammoniti: nessun ammonito.

Note: recupero p.t. 1′, recupero s.t. 5′.

Primo tempo. Il Delfino all’Adriatico insegue la vittoria per tornare a contatto con i primi due posti della classifica, mentre i lagunari dopo il KO interno contro il Cosenza cercano l’immediato riscatto. In avvio entrambe le squadre provano a gestire il possesso palla alla ricerca del varco giusto così la prima occasione arriva all’11’ con Antonucci che dal limite impegna Vicario, al 20′ Memushaj si libera al tiro e cerca l’angolino ma la sfera termina sul fondo. Col passare dei minuti l’intensità non aumenta così dobbiamo aspettare il 33′ col destro dalla media distanza di Di Mariano ma Fiorillo con un ottimo intervento blocca la sfera, entrambe le formazioni faticano a rendersi pericolose per merito delle difese che chiudono tutti gli spazi. Nel finale di tempo Vrioni si gira e calcia di prima intenzione col mancino ma Fiorillo respinge con la punta delle dita chiudendo il primo tempo sullo 0-0.

Secondo tempo. Nella ripresa il Pescara prova ad alzare sensibilmente il proprio baricentro e al 59′ sfiora il goal in pochissimi secondi prima col palo colpito da Antonucci e poi sulla ribattuta di Machin che costringe alla super parata Vicario, dopo il pericolo scampato i lagunari provano a riorganizzarsi così Zenga prova a far entrare Litteri per cercare di sbloccare il punteggio. Il Delfino amministra il possesso palla e al 74′ riesce a portarsi in vantaggio col destro di Brugman da fuori area che s’insacca appena sotto al sette, i biancazzurri provano ad addormentare il match abbassando il ritmo mentre il Venezia prova ad attaccare per pareggiare negli ultimi minuti. Nel recupero Di Mariano controlla palla e dai 25 metri lascia partire un siluro sul quale Fiorillo si supera in tuffo chiudendo la sfida con la vittoria pescarese.

Classifica provvisoria: evidenziate le squadre con una gara in più

Palermo 31-Brescia 31-Lecce 29*-Pescara 29-Cittadella 26-Verona 26-Benevento 25-Perugia 23-Salernitana 23-Spezia 22-Ascoli 21-Venezia 20Cremonese 19-Cosenza 18-Carpi 16-Livorno 14-Crotone 13-Foggia(-8) 12-Padova 11

*RIPOSA

A cura di Emilio Quintieri

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.